San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Santa Maria a Vico, 3 denunce per lavoro nero

 S.MARIA A VICO. I carabinieri della stazione di Santa Maria a Vico, in collaborazione con i carabinieri del Nucleo Ispettorato del lavoro di Caserta, hanno eseguito dei controlli presso vari cantieri edili in via Cupa San Marco, …

… sia per verificare il rispetto delle norme sulle condizioni di sicurezza dei lavoratori sia per contrastare il fenomeno del lavoro nero. All’esito delle attività hanno denunciatotre persone in stato di libertà ed elevato contravvenzioni per varie decine di migliaia di euro. Un primo cantiere della superficie di circa 2mila metri quadri, in cui erano in corso lavori di costruzione di un fabbricato per civile abitazione, è stato immediatamente chiuso e sequestrato sia perché vi erano occupati due lavoratori in nero suotto presenti (tutti della zona), sia per la violazione di norme sulla sicurezza che causavano pericolo grave e immediato per l’incolumità e la salute dei lavoratori, infatti le impalcature e i ponteggi non erano a norma e mancavano varie protezioni e sicurezze. L’impresa esecutrice dei lavori ha sede legale a Casalnuovo di Napoli, ma G.S., 33 anni, residente a Santa Maria a Vico, responsabile della sicurezza del cantiere, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Santa Maria Capua Vetere per omessa verifica e applicazione del piano operativo di sicurezza del cantiere.

Un altro controllo è stato eseguito presso un cantiere edile esteso su una superficie di circa 800 metri quadri, anch’esso in via Cupa San Marco per lavori di costruzione di un fabbricato da adibire a civile abitazione. Anche in questo caso il cantiere è stato immediatamente chiuso e sequestrato per gravi violazioni alla normativa di sicurezza sul lavoro nonché per la presenza di 4 lavoratori in nero su 12 presenti. Una delle tre ditte operanti sul cantiere era di Santa Maria a Vico, un’altra era di Montesarchio e una terza di San Felice a Cancello. D.R.R., cl. 1966, titolare della ditta di Montesarchio, è stato denunciato alla Procura di Santa Maria Capua Vetere per varie omissioni in materia di obblighi sanitari, di formazione e informazione dei dipendenti, di sicurezza e antinfortunistica sul luogo di lavoro; mentre L.S., cl. 1982, titolare della ditta di San Felice, è stato denunciato in stato di libertà per omessa redazione del piano operativo di sicurezza. Complessivamente sono inoltre state elevate contravvenzioni per circa 15.000 euro per le violazioni in materia di lavoro nero, e per varie decine di migliaia di euro per le violazioni in materia di sicurezza sul lavoro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico