Italia

Ruby, slitta richiesta di rito immediato per Berlusconi

Iris BerardiMILANO. La Procura di Milano non inoltrerà lunedì al gip la richiesta di giudizio immediato per il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, indagato per concussione e prostituzione minorile nell’ambito del caso Ruby, mentre i magistrati indagano sulla possibile presenza ad Arcore di un’altra minorenne.

Il procuratore capo Edmondo Bruti Liberati ha detto che con tutta probabilità la richiesta di giudizio immediato attesa per oggi slitterà, aggiungendo che finora non c’è stato alcun contatto con la Procura di Napoli, che avrebbe avviato – secondo quanto riferito oggi da alcuni giornali – un’inchiesta parallela sul presunto reclutamento di ragazze da inviare ad Arcore.

Intanto, fonti giudiziarie riferiscono che i magistrati milanesi, come già era emerso, indagano sulla possibile presenza ad Arcore di un’altra minorenne, oltre alla marocchina Ruby. Si tratta di Iris Berardi: anche lei avrebbe frequentato la residenza del premier quando non aveva ancora 18 anni. Secondo l’esame dei cellulari della ragazza, il suo telefonino avrebbe agganciato la cella di Arcore nella notte precedente al ferimento del premier da parte di Massimo Tartaglia, avvenuto in piazza Duomo a Milano nel dicembre del 2009. “Stiamo lavorando su questo episodio”, si limitano a dire in Procura, lasciando intendere che potrebbero esserci sorprese nel capo d’imputazione in fase di elaborazione in queste ore.

Bruti Liberati ha precisato, comunque, che a fare slittare la richiesta di almeno un giorno sono “questioni di diritto”. “La vicenda – ha detto – è controversa e come tutte le questioni opinabili va studiata”. Si discute soprattutto sul rito da chiedere per il premier: “La concorrenza di riti speciali è un argomento inesplorato in dottrina”, spiega il procuratore capo. Che sottolinea un altro problema: l’enorme mole di fotocopie di atti da depositare con la richiesta di processo a fronte della scarsità del personale giudiziario. “Abbiamo comunque interesse – conclude – a chiudere nel più breve tempo possibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico