Gricignano

Il Pd replica all’Api: “Si vuole denigrare la politica del confronto”

PdGRICIGNANO. Il gruppo dirigente del circolo cittadino del Pd replica alle dichiarazioni rilasciate dagli esponenti di Alleanza per l’Italia che hanno criticato l’iniziativa di raccogliere le istanze dei cittadini per girarle alla commissione straordinaria che governa Gricignano.

Iniziativa che, secondo l’Api, rappresenta “un’offesa alla commissione” (che da tempo ha dichiarato di essere a disposizione dei cittadini per recepire istanze e problematiche, annunciando tra l’altro l’istituzione dell’Urp – Ufficio relazioni con il pubblico e di un numero verde per segnalazione guasti) oltre che “un’offesa all’intelligenza dei cittadini” poiché si tratta “di un partito nel quale milita un gruppo composto da assessori e consiglieri di un’amministrazione sciolta”.

A questo il Pd risponde: “Nel momento in cui si accende una piccola luce nel buio della politica gricignanese, c’è sempre chi si ostina a voler rimanere nell’oscura confusione. Il locale circolo del Pd ha assunto recentemente l’iniziativa rivolta a tutti i cittadini, tesa a recepire tutte le loro istanze sociali, territoriali e politiche, per poi poterle depositare alla commissione straordinaria. Non si vede dove possa fondarsi la critica mistificatoria e strumentale verso tale sensibile iniziativa.

Ci riferiamo all’ultima performance adottata da una monolitica e disarticolata posizione apolitica butta in campo da Andrea Aquilante e da Carlo Buonanno dell’Api, senza idee chiare e soprattutto senza un minimo rispetto verso che cerca, comunque, di dare valore fondamentale alla politica e alla cultura. Respingiamo al mittente tale ennesimo tentativo strumentale estemporaneo mal riuscito, teso soltanto a denigrare la politica ed il confronto serio sul territorio. Confronto che gli amici del circolo Pd, nonostante le evidenti difficoltà, stanno portando avanti ed al quale intendono dare un nuovo slancio sul territorio.

Da che mondo e mondo, ogni cittadino è legittimato a presentare le proprie istanze al Comune, a prescindere se al governo vi sia una giunta o una commissione. Non è la stessa cosa se ciò possa avvenire tramite la valutazione politica espressa dai nostri denigratori perché essi stentano a posizionarsi in tale orbita politica di sani principi.

Crediamo nell’iniziativa da noi promossa e vogliamo concretizzarla, a cominciare dall’istanza già presentata in ordine al tema dell’ambiente. Seguiranno altre istanze per altre importanti tematiche e facciamo appello ai cittadini affinché diano il loro contributo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico