Caserta

Bit Milano, 5mila presenze allo stand di Caserta

 CASERTA. Cinquemila presenze allo stand di Caserta e oltre 2mila cocktail “Jommellino” serviti ai visitatori: questi sono alcuni dei numeri più significativi della presenza casertana alla Bit (Borsa internazionale del turismo) di Milano, …

… illustrati sabato mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso lo stand “Campania” e alla quale hanno partecipato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, il presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone, la professoressa Jolanda Capriglione, docente di Estetica alla Seconda Università di Napoli, che ha presentato il volume “Caserta Felix”, dedicato alle principali bellezze museali e culturali della provincia di Caserta, e il dirigente al Settore Turismo del comune di Caserta, Marcello Iovino.

“Abbiamo inaugurato un percorso istituzionale importante con la Camera di Commercio, – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – con l’obiettivo di centrare traguardi rilevanti nella promozione del territorio. La provincia di Caserta deve puntare ad occupare un ruolo fondamentale nel panorama turistico internazionale, grazie al suo immenso patrimonio artistico, museale e culturale. Basti pensare all’eccezionalità del Museo Campano con le sue ‘matres matutae’ o alla Reggia di Caserta, patrimonio mondiale dell’Unesco. Oltre a queste eccellenze di prim’ordine, però, ci sono molti altri giacimenti culturali che vanno notevolmente valorizzati e fatti conoscere ai visitatori e agli stessi abitanti della provincia di Caserta. Solo con lo sviluppo del turismo – ha concluso Zinzi – possiamo continuare la scalata nelle graduatorie che indicano i livelli di vivibilità delle varie province italiane”.

“Il nostro – ha affermato il presidente della Camera di Commercio, Tommaso De Simone – è un territorio di eccellenze: la mozzarella di bufala, la mela annurca, il maialino nero, le acque. E proprio alle acque quest’anno abbiamo voluto dedicare il nostro stand. E’ stato proposto lo ‘Jommellino’, un cocktail a base di asprinio e mela annurca, che punteremo a far diventare il cocktail ufficiale celebrativo dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Vogliamo tutti insieme, istituzioni e forze sociali, migliorare il territorio, riscattando la nostra identità e il nostro orgoglio”.

Intanto, venerdì sera c’è stata la cena di gala offerta dalla Provincia di Caserta presso l’Hotel “Four Seasons” di via Gesù a Milano. L’appuntamento ha costituito l’occasione per far degustare ai circa cento ospiti (in buona parte buyers del settore turistico provenienti da ogni parte d’Italia) sette portate tipiche della tradizione culinaria casertana, preparate dallo chef Giuseppe Daddio, patron della Scuola di Cucina “Dolce & Salato” di Maddaloni, reduce, fra l’altro, dall’avventura a Sanremo, dove all’ Hotel Londra ha presentato piatti a base di maialino nero e pallagrello, oltre al libro di ricette “Ricett’ Iss”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico