Succivo

Leo Gullotta nel nuovo corto di Cretella

Leo Gullotta SUCCIVO. Non è notizia di tutti i giorni che una piccola casa di produzione cinematografica indipendente del casertano, con tanti sogni e pochi mezzi, riesca ad ottenere la straordinaria partecipazione di un grande nome del cinema italiano in uno dei suoi lavori.

Accade alla Blow Up Film che, in occasione del nuovo cortometraggio del giovane regista di Succivo Angelo Cretella, giàvincitore del Giffoni Film Festival con il fiore all’occhiello di questa piccola produzione, DisAbili, è lieta di annunciare la straordinaria partecipazione di Leo Gullotta nella sua nuova opera Corti. Gullotta, che si è esibito sui palchi teatrali di mezzo mondo, ha doppiato alcuni tra i più importanti attori holliwoodiani, ha lavorato con Giuseppe Tornatore, Nanni Loy e Ricky Tognazzi e si è aggiudicato tre Nastri D’Oro e tre David di Donatello, interpreterà il ruolo da protagonista nel nuovo corto tratto da un racconto contenuto nella raccolta Dai Un Bacio A Chi Vuoi Tu del premio Calvino Giusi Marchetta, edita da Terre di Mezzo. Il corto sarà prodotto dall’imprenditore succivese Nicola Marsilio e ha già ottenuto il patrocinio dell’Unicef, visto l’alto interesse di denuncia sociale dell’opera, nella quale Gullotta vestirà i panni del protagonista. Una scelta coraggiosa per un artista che ha appena festeggiato i suoi primi 50 anni di carriera ed è pronto a lanciarsi con entusiastica passione e smisurato amore per il cinema nella realizzazione di quello che, fino a poco tempo fa, era solo un sogno nel cassetto di un gruppo di giovani amanti del cinema e oggi rappresenta invece una splendida e promettente realtà. Le riprese, previste per il mese di aprile, saranno interamente girate a Sant’Agata dei Goti. “Per noi – dichiara Angelo Cretella – è una grande soddisfazione avere nella squadra di Corti un attore di grande qualità come Leo Gullotta. Adesso lavoreremo a completare il cast degli interpreti del nuovo cortometraggio e non escludo altre importanti sorprese”.

Leo Gullotta: attore, doppiatore e showman catanese debutta sul piccolo schermo nel lontano 1964 nello sceneggiato tv Mastro Don Gesualdo. Da allora la sua vocazione d’attore, nata il giorno che vide Vittorio Gassman nell’Adelchi, lo ha portato su palchi e grandi schermi di tutto il mondo: dal teatro classico al cabaret, dal varietà ai film premio Oscar passando per il doppiaggio e la pubblicità, la sua poliedricità, l’inesauribile curiosità e un certo gusto per il travestitismo frenetico hanno dato vita a personaggi memorabili. Unico italiano ad aver vinto ben tre David di Donatello e tre Nastri d’Argento come attore non protagonista (“Meglio interpretare un ruolo secondario in una vicenda ben solida e ben scritta, che un ruolo da protagonista in una storia idiota”, ha dichiarato in proposito) oltre ad un Globo d’oro e ad un premio alla carriera, ha interpretato personaggi memorabili in Mi Manda Picone e Scugnizzi di Nanni Loy, Il Camorrista, Nuovo Cinema Paradiso, L’Uomo delle Stelle e Baaria di Tornatore, Un Uomo Per Bene di Zaccaro e Vajont di Martinelli. Per celebrare i suoi primi 50 anni di carriera, Gullotta ha voluto regalarsi l’avventura di tornare al cinema indipendente, lanciandosi con l’entusiasmo di sempre nell’avventura intrapresa dalla piccola casa di produzione casertana.

Angelo Cretella: originario di Succivo, laureando in filosofia, esordisce a teatro per poi passare dietro la macchina da presa con Casca Il Mondo, Casca La Terra, opera conservata nell’Archivio della Pace della Regione Campania per i suoi contenuti sociali; nel 2007 realizza la video-installazione Baudelaire Probabilmente, il video-documentario 25 anni di fotografia di Salvatore Di Livio e il cortometraggio Elos, finalista all’Enel Digital Contest e al Future Film Festival di Bologna. Una carriera, quella di Cretella, all’insegna dell’entusiasmo e della crescente professionalità, contraddistinta da una grande abilità e tenacia nel lavorare, con pochi mezzi, su un territorio difficile e ostile e proseguita attraverso il corto VQ14, finalista in diversi festival nazionali e vincitore della menzione speciale al Capri Film Festival, di cui realizza anche lo spot. Nel 2008 dirige il cortometraggio Non è Così, prodotto dalla Sun di Napoli, per cui tiene un corso di scrittura creativa ed alfabetizzazione al cinema da cui nasce il corto Tour De Vie. Dopo Dio (CE) e la video-installazione Incidente, finalmente nel 2010 arriva il successo nazionale con il corto DisAbili che conquista, tra gli altri, il premio Axel Munte al Capri Film Festival e il Premio Amnesty International al Giffoni Film Festival. Reduce dalle soddisfazioni di una recente produzione italo-americana, questa giovane promessa del cinema di casa nostra si prepara a tornare sul set questa primavera per dirigere l’attore siciliano Leo Gullotta, nel suo ultimo lavoro Corti.

Blow Up Film: piccola casa di produzione cinematografica indipendente nata nel 2008 dalle viscere dell’entroterra casertano dall’incontro di professionisti in svariate arti appassionati di cinema, ruota intono alla figura del giovane talento Angelo Cretella, del direttore della fotografia Alessandro Lanciato e del responsabile di produzione Luigi Mozzillo. Balzata agli onori della cronaca per i successi di quel piccolo gioiellino del cinema di casa nostra che è DisAbili, prodotto quasi a costo zero e valso una miriade di premi in tutta Italia, questa entusiastica e promettente carovana di giovani cineamatori casertani usi a lavorare con budget bassissimi ha di recente stretto accordi con l’imprenditore succivese Nicola Marsilio, che produrrà l’ultimo lavoro della Blow Up Film. Il prossimo cortometraggio è nato ancora una volta dall’incontro tra la piccola casa di produzione indipendente e la giovane scrittrice vincitrice del Premio Calvino 2007, la casertana Giusi Marchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico