Italia

Berlusconi: “Dimettermi? Ma siete matti!”

Silvio BerlusconiROMA.“Ma siete matti?” ha detto il premier Silvio Berlusconi ai cronisti che gli chiedevano se avesse intenzione di dimettersi. Il Cavaliere è stato avvicinato entrando alla riunione del gruppo del Pdl alla Camera.

Entrando a Montecitorio a chi gli chiedeva una risposta all’opposizione che lo ha invitato a dimettersi, il presidente del Consiglio ha detto: “Non faccio gestacci in pubblico. Sono assolutamente sereno – ha aggiunto – mi sto divertendo”.Quando l’ascensore si è fermato al quinto piano dove si trovavano i giornalisti tenuti fuori dalla riunione del gruppo del Pdl, Berlusconi ha esordito ha risposto a chi gli chiedeva come fosse andato l’incontro con il Capo dello Stato: “Non chiedetelo a me ma al presidente della Repubblica”. E’ pronto a dimettersi? Lo ha incalzato un cronista. Il Cavaliere prima ha scherzato: “Io o il capo dello Stato?”. Poi, sempre sorridendo ha escluso un suo passo indietro: “Io dimettermi, ma siete matti!”.

Secondo quanto riferito da alcuni partecipanti alla riunione quello che è in corso “non è un processo giuridico ma mediatico a fini eversivi, mirato solo a farmi fuori”, avrebbe detto il Premier nel corso dell’incontro con gli avvocati-deputati del Pdl alla Camera commentando l’inchiesta in corso. Aggiungendo: “Dentro di me sono sereno, questa cosa sarà un boomerang per loro”.

Durante la riunione Berlusconi avrebbe illustrato i dati di un recente sondaggio svolto da Euromedia in cui si rileva che il suo gradimento sarebbe al 52,3%, mentre il Pdl si attesterebbe poco sopra il 32%.

Per il caso Ruby, Berlusconi potrà presentarsi davanti ai pm di Milano nei giorni 22, 23 e 24 gennaio, dalle ore 10 alle ore 22. Lo scrivono i magistrati nell’invito a comparire notificato al Premier in qualità di indagato per i reati di concussione e prostituzione minorile 2, nell’ambito dell’inchiesta sulle feste ad Arcore.

Nei giorni scorsi era trapelata la notizia che il premier avesse la possibilità di comparire tra il 21 e il 23 gennaio, nell’invito viene precisata la data esatta, l’arco temporale entro cui il capo del Governo potrà chiarire la sua posizione ai pm e il luogo della convocazione, la stanza numero 13 al quarto piano del Palazzo di Giustizia di Milano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico