Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Bunker trovato in casa di Antonio Cangiano

Antonio CangianoCASAL DI PRINCIPE. Un bunker situato a tre metri di profondità quello rinvenuto sotto il cortile interno dell’abitazione di Antonio Cangiano, 35 anni, ritenuto affiliato alla fazione Schiavone del clan dei Casalesi e detenuto in regime di 41bis.

Cangiano fu arrestato lo scorso anno perché accusato di aver minacciato una parente del collaboratore di giustizia Raffaele Piccolo, costringendola, nell’agosto del 2009, a rientrare nel comune di Casal di Principe, abbandonando la località protetta in cui si era trasferita.

Il bunker, accessibile da un cucinino dell’abitazione di via Taromina attraverso una botola in cemento mossa da un pistone idraulico, potrebbe essere stato utilizzato come nascondiglio per i boss latitanti del clan camorristico.

clicca per ingrandire

Articoli correlati

Minacciarono parente di un pentito: confermate accuse per Cangiano e Iorio di Redazione del 27/03/2010

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico