Campania

Rifiuti, consorzio diviso in articolazioni Napoli e Caserta

 NAPOLI. Il Consorzio Unico di Bacino Napoli-Caserta ha terminato le sue funzioni. Martedì mattina, nel corso di un vertice tenutosi a Napoli, presso la sede dell’Assessorato Regionale all’Ambiente …

… alla presenza dell’assessore Giovanni Romano, i presidenti delle Province di Caserta e Napoli, Domenico Zinzi e Luigi Cesaro, hanno ufficialmente sancito la divisione della struttura in due articolazioni (Napoli e Caserta), così come già prescritto dal decreto rifiuti approvato pochi giorni fa in Parlamento. L’ex commissario liquidatore del Consorzio Unico, Domenico Pirozzi, è divenuto commissario dell’articolazione Napoli, mentre Gaetano Farina Briamonte (già sub commissario del Consorzio Unico) assume le funzioni di commissario dell’articolazione Caserta. Ognuno sarà responsabile della gestione funzionale della propria articolazione.

“Si tratta – ha spiegato il presidente Zinzi – di un primo passo importante, che ci consentirà di concentrare ogni nostro sforzo solo su quanto attiene la provincia di Caserta. L’autonomia dell’articolazione casertana del Consorzio ci permette di avere rapporti diretti con tutti i comuni e di evitare l’insorgere di criticità nel delicato settore dei rifiuti”.

Per quanto concerne la questione del personale, con particolare riferimento agli esuberi, essa sarà oggetto di un nuovo incontro tra le Province di Caserta e Napoli, programmato per l’8 febbraio alle 9.30 sempre presso la sede dell’Assessorato Regionale all’Ambiente.

Nel frattempo, Zinzi e Cesaro hanno rappresentato all’assessore regionale all’Ambiente Romano, la necessità di attivare le procedure necessarie per favorire l’integrazione al reddito dei lavoratori del Consorzio. Romano si è impegnato a portare tali richieste al tavolo interassessoriale previsto tra pochi giorni in Regione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico