Campania

Camorra, sequestro per 3 milioni alla fazione Tavoletta-Ucciero

Vincenzo UccieroCASERTA. Beni mobili e immobili per un valore di tre milioni di euro sono stati sequestrati a Vincenzo Ucciero, 41 anni, ritenuto elemento di spicco della fazione Tavoletta-Ucciero del clan dei Casalesi, attiva a Villa Literno, nel casertano.

I beni erano intestati alla moglie e ai figli di Ucciero:una villa a due piani abusiva di circa 300 metri quadri (una sorta di “bunker” circondata da mura difensive e piante pregiate, dotata di videosorveglianza esterna e botola), terreni, cespiti aziendali,un’azienda bufalina e auto di grossa cilindrata.

L’operazione è stata eseguita dagli uomini della divisione anticrimine della questura di Caserta, guidati dal questore Guido Longo, su provvedimento emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. La fazione Tavoletta-Ucciero, oggi disarticolata,è stataprotagonista della faida con decine di morti tra il 2001 e il 2004.

Vincenzo Ucciero, attualmente detenuto per reati di armi, rapina, estorsione ed associazione mafiosa, fu oggetto di attentato nel luglio del 2007 al quale scampò miracolosamente. E fratello di Massimo Ucciero, alias “Capaspaccata”, anch’egli attualmente detenuto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico