Aversa

Pdl, Golia mette Di Meo nel direttivo: insorgono i consiglieri

Nicola GoliaAVERSA. Si addensano nuove nubi sul Popolo della Libertà. Il coordinatore cittadino, nonché vicepresidente dell’amministrazione provinciale di Caserta, Nicola Golia, ha deciso, motu proprio, di ampliare a nuove personalità il direttivo cittadino del partito di maggioranza relativa …

… e la cosa sembra non andare giù a più d’uno in seno soprattutto al gruppo consiliare. “Pietra dello scandalo”, almeno più degli altri, sembra essere la presenza nell’organismo dirigenziale aversano dell’ex assessore provinciale Sergio Di Meo che, dopo la proficua esperienza in Forza Italia, era stato ammaliato dai socialisti del centrosinistra, per poi ritornare, come figliol prodigo, nella formazione berlusconiana. A guidare la fronda il consigliere comunale Carlo Amoroso che, pur essendo assente all’incontro dell’altra sera, ha contestato, come, in verità, già aveva fatto in precedenza, la presenza all’incontro di Di Meo. Sembra che abbia addirittura affermato: “Il Popolo della Libertà deve decidere chi tra me e lui deve rimanere nel partito”.

PIANO CASA. Ma, al di là di questa diatriba che avrà le sue conseguenze nel futuro prossimo, l’altra sera il Pdl ha discusso la prima parte della nuova legge regionale sul Piano Casa. Discorso rinviato ad un successivo incontro interno per poi passare ad un interpartitico di maggioranza e, alla fine, un confronto con le opposizioni. “Abbiamo ipotizzato – ha dichiarato il capogruppo consiliare Tonino De Michele – di giungere ad una posizione comunale in occasione del consiglio comunale che sarà convocato sull’argomento”. “Da tutti i presenti, comunque, – ha continuato il medico cesano – è venuta la necessità di non stravolgere la precedente decisione di contenere gli interventi, ma, nell’ottica di questa nuova norma che intende risollevare l’economia attraverso la rivitalizzazione del settore edilizio, apporteremo delle variazioni che vorremmo condividere con forze politiche e sociali e tutti gli altri soggetti che interagiscono con il territorio”.

CONSIGLIO. Intanto, per giovedì pomeriggio è prevista una seduta del Consiglio comunale con all’ordine del giorno il riconoscimento di debiti fuori bilancio derivanti da sentenze di condanna per disastri stradali dell’amministrazione e la pronunzia sul diritto di prelazione su alcune particelle dell’antico convento di Sant’Agostino degli Scalzi, che in precedenza, per altre particelle, si era già rinunciato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico