Aversa

La Normanna vince 2-1 in casa del Brindisi

L'11 titolare a Brindisi (foto dal sito www.aversacalcio.it)AVERSA. C’era da soffrire, lo si sapeva. Ma l’importante è che l’Aversa Normanna sia tornata da Brindisi con i tre punti per restare sempre agganciata al treno play-off.

Mister Ferazzoli esce da questa trasferta con la consapevolezza di poter contare su una squadra matura, concreta ed in grado di giocare,e vincere, su terreni in pessime condizioni. Inizia la gara ed al 10’pt su angolo di Maiorino stacca D’Avanzo il cui colpo di testa finisce alto sulla traversa della porta difesa da Pettinari. 7’dopo Varriale si avvicina pericolosamente all’area biancazzurra ma Locatelli lo anticipa in uscita. Al 19’, l’ex Matarazzo prova a bucare la rete granata ma è impreciso e spara alto senza creare particolari problemi. 5’dopo, però, l’Aversa fa vedere di che pasta è fatta. Su angolo la sfera arriva a Mattera che dal fondo fa partire un cross perfetto che centra la testa di Ercolano che si erge al di sopra dei difensori avversari e inzucca senza problemi la rete del vantaggio granata. Il Brindisi, però, non ci sta e dopo 2’ è pericoloso con un pallonetto di Maiorino che Pettinari devia in angolo. Il vantaggio granata dura poco. Al 32’pt, infatti, Tondo sguscia via alla difesa granata e mette in mezzo un cross invitante per Maiorino che sottomisura insacca, riportando i suoi sul pari. 8’dopo è ancora l’attaccante brindisino a farsi sotto ma il suo tiro è sbilenco e termina abbondantemente a lato. L’Aversa non subisce il colpo e cerca di fare il possibile ma, complice anche il terreno pesante va sul pari negli spogliatoi.

Nella ripresa mister Ferazzoli opta per due cambi al 1’st mandando in cambio De Gol e Zolfo in vece di Letizia e Massimo. I granata partono bene e dopo pochi secondi mettono paura al Brindisi con Petagine che serve Ercolano che prova a girare di tacco facendo terminare la sfera alta sulla traversa della porta difesa da Locatelli. I padroni di casa non fanno aspettare la reazione che arriva al 3’st con l’ex Matarazzo che calcia verso la porta granata dove Pettinari sicuro blocca a terra. Passa poco ed è ancora l’estremo difensore granata a sventare un contropiede avversario uscendo ed anticipando gli avamposti biancazzurri. Al 5’st, dopo le folate brindisine, l’Aversa Normanna ritorna prepotentemente in vantaggio con Grieco che, servito da Gallo, fa partire un tiro secco che dal limite dell’area s’infila nell’angolino lontano dove Locatelli non può arrivare. 4’dopo la rete del 2-1 aversano Maiorino cerca la rete con un rasoterra insidioso che termina lentamente alla destra della porta difesa da Pettinari che lascia sfilare sul fondo. Al 26’st torna a bussare l’Aversa Normanna con Grieco che su angolo chiama Locatelli alla deviazione in angolo. 3’dopo ancora i granata pericolosissimi con un tiro di Gallo che viene deviato da un difensore avversario finendo di poco a lato. Il giovanissimo Brindisi non molla e prova a darsi una mossa con un tiro dalla lunga distanza di Maiorino che non finisce di molto al di sopra della porta granata. In campo, però, c’è solo l’Aversa Normanna che amministra ed attacca, rendendosi pericolosa al 43’st con una punizione dalla distanza di Mattera che sfiora di poco la rete. Un minuto dopo il difensore granata fa battere una nuova a punizione a Grieco che calcia a giro trovando l’intervento in presa di Locatelli. C’è ormai poco da dire in campo e far scorrere i minuti che portano l’Aversa Normanna alla vittoria ed alla conquista dei tre punti in casa del Brindisi. Il fischio finale del direttore di gara sancisce la fine delle ostilità e per i granata è di nuovo tempo di gioire.

TABELLINO:

Brindisi (4-3-3): Locatelli; Piro (34’st Camposeo), Mottola, Conte, Fruci; Caravaglio, Tundo (10’st Morleo), Pollidori (23’st Gennari); D’Avanzo, Maiorino, Matarazzo. A disp.: Ingrosso, Papa, Vicentini, De Cesare. All.: Rastelli.

Aversa Normanna (4-3-1-2): Pettinari; Letizia (1’st De Gol) Mattera Di Girolamo Gallo; Petagine Arini Massimo (1’st Zolfo); Grieco; Varriale (22’st Tovalieri) Ercolano. A disp.: Polise, Campanella, Vecchione, Pisani. All.: Ferazzoli.

Arbitro: Albertini di Ascoli Piceno
Guardalinee: Bevere e Bisbano
Marcatori: 24’pt Ercolano (A), 32’pt Maiorino (B), 5’st Grieco (A)
Ammoniti: Di Girolamo (A), Massimo (A), Piro (B), Conte (B)
Note: Spettatori 723. Angoli: 4-6 per l’Aversa Normanna. Rec.: pt 3’, st 5’.


IL COMMENTO DI SPEZZAFERRI. E’ grande la gioia del presidente Spezzaferri dopo il trionfo dell’Aversa Normanna in casa del Brindisi 2-1. “Sono molto soddisfatto per la vittoria – dichiara il massimo dirigente granata – e per il risultato che i ragazzi hanno ottenuto su un campo difficile e contro una squadra che sapevamo avrebbe venduta cara la pelle. Ai giocatori tutti dell’Aversa ed al tecnico va il mio plauso e quello di tutta la dirigenza”.Allo stesso tempo, il presidente riconosce sportivamente merito ai giocatori del Brindisi: “Da sportivo e da Presidente faccio i complimenti ai giocatori del Brindisi – prosegue – per il cuore con cui hanno giocato e per l’attaccamento dimostrato alla maglia che indossano. Nello sport questi sono valori importanti che dovrebbero coinvolgere l’intera società e non solo chi scende in campo”.Nelle parole del numero uno aversano c’è grande amarezza come conferma lui stesso: “Parlo di valori differenti perché non ho riscontrato – conclude – la stessa sportività nella dirigenza biancazzurra. A fine partita, infatti, proprio i massimi esponenti brindisini hanno dimostrato nei nostri confronti un atteggiamento verbalmente aggressivo al punto da costringere ad allontanarci per non dar seguito a spiacevoli episodi che, mi auguro, mai più si ripetano. Non bisogna mai dimenticare che il gioco del calcio è sportività, lealtà e compostezza come da sempre l’Aversa Normanna ha dimostrato”.

Girone C: (18/a giornata, 3/a di ritorno): Brindisi-Aversa Normanna 1-2 Fondi-Matera 1-2 Isola Liri-Pomezia 1-1 Latina-Milazzo domani Melfi-Catanzaro 4-0 Neapolis Mugnano-Avellino 0-2 Trapani-Vibonese 1-0 Vigor Lamezia-Campobasso 1-1

Classifica: Latina 37 punti; Trapani 35; Pomezia 31; Aversa Normanna 30; Avellino e Neapolis Mugnano 29; Milazzo 27; Matera e Vigor Lamezia 25; Melfi 24; Fondi 21; Brindisi 19; Isola Liri 17; Campobasso 15; Vibonese 13; Catanzaro 0. Catanzaro penalizzato di 3 punti; Latina penalizzato di 2 punti; Melfi e Trapani penalizzate di 1 punto.

Prossimo turno (giovedì 6 febbraio): Avellino-Latina Aversa Normanna-Vigor Lamezia Campobasso-Brindisi Catanzaro-Fondi Matera-Melfi Milazzo-Trapani Pomezia-Neapolis Mugnano Vibonese-Isola Liri.

foto dal sito www.aversacalcio.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico