Succivo

“L’Impresa di essere Donna”, convegno con De Girolamo e Mosca

 SUCCIVO. Una sala consiliare gremita in ogni ordine di posto ha fatto da cornice al convegno “L’impresa di essere donna”, svoltosi giovedì alle 17.30 presso la casa comunale di Succivo.

L’evento, nato per iniziativa del gruppo femminile del Pd, unitamente al movimento di donne LiberaMenteOnda, ha visto la partecipazione, in qualità di relatrici, delle onorevoli Alessia Maria Mosca, del Partito Democratico e Nunzia De Girolamo del Popolo delle Libertà, oltre che dell’avvocato Francesca Sapone, consigliere di parità della Provincia di Caserta, del sindaco di Grumo Nevano, Fiorella Bilancio, della professoressa Iolanda Boerio, presidente della commissione pari opportunità del Comune di Sant’Arpino e della dottoressa Lella Palladino della cooperativa sociale Eva di Santa Maria Capua Vetere. Presenti nel pubblico vari rappresentati del mondo della politica e delle istituzioni tra cui: l’onorevole Stefano Graziano (Pd), il consigliere provinciale Giuseppe Fiorillo (Pd) e il sindaco di Cesa Vincenzo De Angelis.

Gli interventi, coordinati dall’avvocato Maria Rosaria Belardo, hanno toccato vari punti riguardanti la complessa tematica donna e lavoro e, quindi, donna e società. Se l’avvocato Francesca Sapone ha evidenziato il ruolo che le consigliere di parità hanno nel sovrintendere al rispetto dei criteri di rappresentatività al femminile nelle decisioni degli enti, la professoressa Boerio ha sottolineato come una maggiore presenza delle donne nelle istituzioni debba passare attraverso la conquista di una convinzione dei propri mezzi e diritti, una convinzione ancora poco diffusa in alcune zone della Campania.

 La dottoressa Paladino della cooperativa sociale Eva di Santa Maria Capua Vetere ha illustrato l’esempio della cooperativa sociale da lei rappresentata come espressione di un modo nuovo di fare imprenditoria, partendo dal superamento del disagio. La cooperativa sociale Eva, infatti, valorizzando le energie di donne uscite da percorsi difficili, come storie di violenze subite, riesce col supporto di professioniste a ottenere lusinghieri risultai anche sul piano economico, promuovendo e tutelando l’esercizio dei diritti civili fondamentali.

Un’ancora inadeguata presenza del gentil sesso nelle istituzioni è stato, invece, il nucleo dell’intervento del sindaco di Grumo Nevano Fiorella Bilancio, a cui sono seguiti quelli delle parlamentari Nunzia De Girolamo e Alessia Maria Mosca. La De Girolamo ha sottolineato come la normativa vigente debba ancora progredire per assicurare una maggiore presenza e partecipazione delle donne, non solo in politica, ma in tutti gli spazi vitali della società e del mondo del lavoro. A riguardo la parlamentare pidiellina ha fatto riferimento alla necessità che gli statuti di tutti i partiti prevedano regole in tal senso e che anche il mondo del lavoro e dell’economia tengano conto di quest’esigenza. In merito a ciò la proposta illustrata dalla parlamentare del Pd Alessia Maria Mosca sostenuta anche dalla De Girolamo di sancire l’obbligo di una rappresentanza femminile pari almeno al 30% nei consigli d’amministrazione delle società quotate in borsa. L’esponente del Partito Democratico ha, inoltre, posto l’accento su come una maggiore valorizzazione dell’universo femminile passi anche attraverso una diversa presentazione della donna nei vari canali di comunicazione: dal libro, alla televisione, ai giornali, ad internet. Entrambe le parlamentari hanno ricordato come molto ci sia ancora da fare per garantire la conciliazione del lavoro con le incombenze familiari che gravano sul quotidiano delle donne.

A chiusura della serata la lettura della poesia “A mia figlia” di Maria Teresa Belardo, esponente del movimento LiberaMenteOnda, che ha tradotto in maniera suggestiva le aspirazioni e le aspettative che albergano nell’animo delle donne sul piano della propria personale emancipazione e realizzazione.

VIDEO

A BREVE

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico