Sparanise - Pignataro Maggiore - Francolise - Calvi Risorta

Ticket consumo, 15mila euro destinati a 123 famiglie

 SPARANISE. Un’altra buona notizia per le famiglie sparanisane in difficoltà: l’assessorato alle politiche sociali retto da Francesco Dell’Ovo, ha reso noto che è stato dato il via libera alla liquidazione dei ticket consumo.

Il budget a disposizione dell’amministrazione comunale per tale scopo è pari a 15mila euro per trimestre e viene normalmente distribuito a 123 famiglie con un reddito Ise dichiarato nell’anno precedente di poco superiore ai 2mila euro. In questi giorni, presso l’ufficio assistenza e politiche sociali, verranno distribuiti i ticket, per un valore di 126 euro che ciascuna famiglia potrà spendere in uno dei tanti negozi di generi alimentari della città. Ma c’è di più. Da quest’anno, oltre alle quarta tranche che chiude di fatto il ciclo dei contributi straordinari, è stato messo a diposizione dell’amministrazione Sorvillo un nuovo budget che verrà devoluto ai casi di particolare povertà. La somma risulta essere impegnata, per un valore di 1600 euro, dall’indennità aggiuntiva, o sostitutiva del vicesindaco Giancarlo L’Arco, che ha rinunciato alla stessa “devolvendola” a favore delle famiglie bisognose.

“Per fronteggiare la crisi stiamo profondendo un impegno costante, unitamente agli uffici comunali, per cercare di contrastare l’aumento delle realtà critiche della nostra cittadina. Purtroppo – sottolinea l’assessore alle politiche sociali Francesco Dell’Ovo – negli ultimi anni la soglia della povertà ha avuto un’impennata preoccupante al punto tale che i beneficiari dei servizi comunali sono aumentati, superando il 35% del budget previsto dalle amministrazioni passate. Per le politiche sociali quest’anno l’amministrazione Sorvillo ha concretizzato un capitolo di spesa che supera i 130mila euro facendo di Sparanise un comune “virtuoso” nell’ambito dei servizi sociali. In considerazione del target raggiunto quest’anno siamo entrati a far parte del ristretto numero di comuni che hanno devoluto il maggiore impegno per i servizi di assistenza agli anziani e per gli aiuti alle indigenze. Presto – conclude Dell’Ovo – seguiranno i fondi della legge 431/98, che vedranno quasi cinquanta famiglie fruire del contributo regionale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico