Orta di Atella

Russo (Verdi): “Rivelerò fatti e misfatti”

Enzo Russo ORTA DI ATELLA. “Basta,è arrivato il momento di fare sul serio e di smetterla con questa politica da quattro soldi”.

A parlare il responsabile dei Verdi atellani Enzo Russo che rilancia: “C’è bisogno che ognuno si assuma le proprie responsabilità fino in fondo, smettendola con questa politica di facciata e spiegando ai cittadini ortesi chi è, cosa rappresenta e cosa ha ricavato dal suo impegno politico degli ultimi decenni. Io sono pronto a mettermi a in discussione in qualsiasi momento e senza alcun timore di poter affermare che le nostre battaglie sociali ed ambientali sono state concepite tutte, solo ed esclusivamente nell’interesse della collettività e mai nell’interesse privato. Questi gentiluomini che si innalzano a nuovi moralisti nascondendo i propri interessi, i propri affari, i motivi reali che li hanno spinti a trainare il carro del vincitore come cavalli da soma, farebbero bene a fare un profondo mea culpa invece di dichiararsi strenui oppositori della mala politica e del malaffare, perché non ci si può pentire delle malefatte altrui senza prima confessare i propri peccati”.

“Cari cittadini ortesi – continua Russo – dal mio canto, con la schiettezza e la chiarezza di sempre, posso già annunciarvi di essere in possesso di notizie che riguardano fatti e misfatti, affari ed incarichi, licenze vere e false, palazzi e palazzotti, porticati e mansarde, ombre d’ambra, speculazioni ed altarini e chi più ne ha più ne metta. Ben presto rivelerò delle verità nascoste ai più, ma ben note al sottoscritto con le quali vi delizierò durante il periodo natalizio. Sono pronto a far chiarezza fino in fondo, costi quel che costi e a mettere a nudo le ipocrisie e le falsità dei sepolcri imbiancati della politica ortese, con la speranza, forse vana, che a questi signori sia rimasto almeno un briciolo se non di coscienza, almeno di dignità, tanto da liberare una volta e per tutte il nostro amato e martoriato paese dalla loro inutile zavorra e permettere all’eccellenze del territorio di poter finalmente emergere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico