Orta di Atella

Generazione Italia: “Numerose adesioni al manifesto di Fini”

 ORTA DI ATELLA. Il circolo di Generazione Italia, coordinato da Salvatore Sorvillo, esprime soddisfazione per le numerose sottoscrizioni, da parte dei cittadini ortesi, al manifesto di Futuro è Libertà per l’Italia e adesioni al circolo locale.

“Siamo lieti di avere un così nutrito numero di adesioni. – afferma Sorvillo – Questo ci lusinga molto, indubbiamente pone le basi per un futuro soggetto politico con un seguito molto variegato e compatto. Non deluderemo i nostri aderenti, abbiamo intenzione di proseguire il nostro modo naturale di fare politica, chiaro, sincero leale, e sempre e solo in favore dei cittadini e per migliorare il nostro amato paese. Aspettiamo con ansia il prossimo consiglio comunale per verificare se taluni consiglieri comunali cha hanno già manifestato pubblicamente la loro intenzione di aderire confermino la loro decisione. In ogni caso, come forza politica non di governo, abbiamo intenzione di proporre all’Assise una serie di proposte e interpellanze che vadano a risolvere annosi problemi che affliggono la vita dei cittadini. Tali proposte nascono da un profondo esame degli ultimi mesi di governo cittadino, da parte delle opposizioni, le quali hanno avuto solo beghe di palazzo, accuse, ingiurie e grande disprezzo per la politica nonché per gli interessi dei cittadini. Crediamo che sia giunto il momento di voltare pagina, eventuali nuove assenze in Consiglio comunale dovranno essere prese in seria considerazione, poiché ne va del buon governo della città e soprattutto della fiducia riposta nei singoli individui da parte degli elettori. Auspichiamo che chi non ha voglia di confrontarsi in Consiglio possa fare un gesto di serietà rinunciando alla poltrona vuota che occupa tutt’oggi, lasciando il posto magari a chi può dare qualcosa per il governo locale. Certamente per il futuro del nostro amato paese,questa amministrazione comunale dovrà lavorare e progredire ascoltando la voce di tutti i cittadini, forze politiche, associazioni e singoli, valutando di volta in volta eventuali proposte e indirizzi programmatici”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico