Italia

Morto l’ex ministro dell’Economia Padoa Schioppa

Tommaso Padoa SchioppaROMA. Tommaso Padoa Schioppa, economista ed ex ministro delle finanze nell’ultimo governo Prodi, è morto sabato sera a Roma, all’età di 70 anni, dopo un infarto.

I funerali si terranno martedì mattina, alle 11,nella basilica di Santa Maria degli Angeli. Padoa Schioppa aveva organizzato una cena a Palazzo Sacchetti, in via Giulia, dove si erano riuniti un centinaio di amici, quando verso le 21 ha avuto un malore. E’ stato portato in un ospedale del centro della città ma le cure si sono rivelate inutili. Lascia la moglie, Fiorella Kostoris, economista anche lei, e tre figli.

Nato a Belluno il 23 luglio 1940, figlio dell’amministratore delegato delle Generali, Fabio Padoa Schioppa, a lungo in Banca d’Italia, della quale era stato vicedirettore generale, era stato per un anno presidente della Consob. Aveva ricoperto in seguito il ruolo di membro del Board della Banca Centrale Europea per sette anni, indicato da Romano Prodi durante la sua prima esperienza a Palazzo Chigi, prima di essere chiamato a entrare come tecnico nel secondo governo Prodi. Di recente era diventato consulente del governo greco.

Come ministro ha conquistato le prime pagine dei giornali per alcune sue dichiarazioni, da quella in favore delle tasse, considerate da lui uno strumento necessario per contribuire ai servizi di un paese, a quella sui bamboccioni, i giovani che non affrontano le sfide del lavoro. In concreto ha raddrizzato i conti pubblici, piegando il deficit sotto il 2% e introducendo criteri rigidi per la spesa sanitaria.

NAPOLITANO. “Un grande servitore dello Stato e dell’interesse pubblico. È quanto scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato alla famigliadell’ex ministro. “Partecipo con indicibile turbamento e tristezza al dolore dei famigliari e al più generale cordoglio – si legge – per l’improvvisa scomparsa. È stato un grande servitore dello Stato e dell’interesse pubblico, che nell’esercizio di tutte le alte funzioni cui è stato chiamato in Italia e in Europa ha lasciato l’impronta del suo eccezionale talento, della sua preziosa professionalità, della sua passione civile e della sua integrità personale. È stato tra coloro che hanno saputo tradurre l’ideale europeistico in analisi e progetti sapienti e concreti, dando in particolare un contributo incancellabile alla nascita dell’Euro e alla costruzione dell’Eurozona”.”L’Italia – continua Napolitano – perde con Tommaso Padoa-Schioppa una personalità tra le più preparate, colte e fini su cui ha potuto contare negli ultimi decenni; che ho potuto anch’io conoscere e apprezzare sempre meglio stabilendo con lui un rapporto di profonda stima, vicinanza e fiducia”.

CORDOGLIO DELLA POLITICA. Sin dalla tarda notte esponenti politici e delle istituzioni hanno voluto esprimete il loro cordoglio per la scomparse dell’ex ministro dell’Economia. “Tommaso Padoa Schioppa ha rappresentato – scrive il presidente del Senato Renato Schifani in un messaggio ai familiari – il rigore e la dottrina economica nei suoi molteplici uffici ricoperti sia in ambito finanziario che politico. Economista di riconosciuto valore internazionale, con lui scompare un esempio di uomo al servizio delle Istituzioni che ha svolto il proprio ruolo con probità e grande impegno civile”. “Un amico, una delle persone a cui ero più legato”, ha commentato Prodi, che doveva essere presente alla cena ma a cui non aveva potuto partecipare per altri impegni. “Un economista di grande valore e di autentico spessore internazionale che ha servito le istituzioni della Repubblica italiana e l’Europa, di cui è stato fervente testimone. Siamo profondamente rattristati per la sua prematura scomparsa e ci associamo al dolore dei familiari”, il commiato del presidente dell’Udc Pier Ferdinando Casini. “Una persona di straordinario livello, un intellettuale curioso di tutto. Sempre con l’idea di un’Italia più rigorosa, più seria, più adatta ad una dimensione internazionale e ad essere vista nel mondo con la sua grande tradizione. Questa – ha sottolineato – era la sua grande preoccupazione. Lo definirei un nobile borghese”, è il ricordo del segretario del Pd Pier Luigi Bersani. “L’Italia dei Valori è vicina alla famiglia Padoa Schioppa. E’ andato via un uomo di valore, un grande economista, di cui abbiamo apprezzato le qualità professionali e umane. Personalmente non dimenticherò mai i suoi consigli quando ero al ministero”, afferma in una nota il presidente dell’Idv Antonio Di Pietro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico