Italia

Egitto, affonda il mercantile italiano: salvo l’equipaggio

 GENOVA. E’ affondata all’ingresso del porto di Alessandria d’Egitto la nave italiana”Jolly Amaranto”, la portacontainer della compagnia “Ignazio Messina” di Genova rimasta in balia delle onde per tre giorni al largodelle coste egizianea causa di un’avaria al motore.

Sono tutti salvi gli uomini dell’equipaggio:21 marinai, di cui 16 italiani e 5 rumeni, insieme al cane-mascotte “Athos”.

Dopo il miglioramento delle condizioni meteo, lunedì mattina, alle 8.36, erano state completate le operazioni di aggancio da parte del rimorchiatore Simoon della Smith, ad una trentina di miglia dalla costa. La Jolly Amaranto era arrivata all’imbocco del porto di Alessandria d’Egitto attorno a mezzanotte. Durante le manovre per entrare in porto – ancora chiuso a causa del maltempo e riaperto solo per far entrare la nave italiana – la Jolly, secondo una prima ricostruzione, avrebbe sbattuto contro la banchina. Sullo scafo si sarebbe aperta una falla e il mercantile, dopo essersi inclinato, avrebbe iniziato ad imbarcare acqua. La nave, sbandata di 8 gradi e parzialmente allagata, non è affondata completamente poiché il fondale del mare, all’interno del porto, non è molto alto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico