Italia

Carburanti, raffica di aumenti: al Sud benzina a 1,5 e diesel a 1,38

 ROMA. Prosegue la tendenza al rialzo dei prezzi della benzina e del diesel. Tra venerdì e lunedì – sottolinea il Quotidiano Energia – IP, Tamoil e TotalErg hanno messo mano ai prezzi raccomandati dei due prodotti aumentandoli di un centesimo nel primo caso e di 0,5 centesimi negli altri due.

Sul territorio – si legge nell’indagine – si registrano rialzi generalizzati sui prezzi medi praticati e valori che, nella media nazionale, superano, per taluni marchi, 1,47 euro al litro per la benzina e 1,35 per il diesel. In alcuni impianti del Sud la verde sfiora quota 1,5 euro al litro, mentre il gasolio si avvicina a 1,38 euro. I dati sui rincari si sommano a quelli sul pieno di Federconsumatori e Adusbef.

Secondo le due associazioni, gli automobilisti per un pieno continuano a sborsare per questo scorcio di Natale 2,2 euro in più ma se si confronta con i prezzi dal primo di dicembre lo stesso pieno viene pagato 4,1 euro in più, con “ricadute negative non solo sulle tasche dei cittadini ma anche per costi indiretti nella determinazione dei prezzi dei beni di largo consumo trasportati su gomma”.

Quanto ai rincari, lunedì la media nazionale dei prezzi praticati della benzina (in modalità servito) – sottolinea Quotidiano Energia – va dall’1,454 euro al litro degli impianti Esso all’1,474 euro al litro degli impianti Tamoil. I distributori no-logo vendono la benzina a 1,398 euro al litro. Per il diesel si passa dall’1,337 euro al litro riscontrato per l’Eni all’1,355 euro al litro rilevato in media negli impianti Tamoil. Il prodotto no-logo si vende a 1,274 euro al litro. Il Gpl, infine, si posiziona tra lo 0,736 euro al litro rilevato nei punti vendita. Eni allo 0,759 degli impianti Q8 (0,720 euro al litro le no-logo).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico