Esteri

Un milione di sterline ad Assange per la sua autobiografia

Julian Assange LONDRA. Julian Assange ha firmato un contratto da milione di sterline (1,2 milioni di euro) per la sua autobiografia.

Lo ha rivelato il fondatore di Wikileaks al “Sunday Times”. Assange ha spiegato che la somma lo aiuterà a difendersi dalla accuse di aggressione sessuale lanciate contro di lui da due donne in Svezia. “Non voglio scrivere questo libro, ma devo farlo – ha detto -. Ho già speso 200mila sterline, devo difendermi e proteggere Wikileaks”.

L’australiano, che è attualmente in libertà condizionata in Gran Bretagna, riceverà 800mila dollari (600mila euro) dal suo editore americano Alfred A. Knopf e 325mila sterline (380mila euro) dal britannico Canongate. Altri contratti porteranno i suoi proventi complessivamente a 1,1 milioni di sterline.

Il successo costa caro a Wikileaks. Le spese per la gestione del sito sono infatti decollate, scrive il Wall Street Journal, rivelando che sulle spese molto ha inciso la scelta dell’organizzazione di pagare salari, a partire dai 66mila euro versati a Julian Assange. Il quotidiano di Rupert Murdoch cita i dati forniti dalla fondazione tedesca Wau Holand (dal nome di un noto hacker) che nel 2010 ha raccolto 1 milione di euro in donazioni per Wikileaks.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico