Esteri

Terrorismo, incriminati nove britannici

 LONDRA. Nove uomini sono stati incriminati in Gran Bretagna con l’accusa di aver cercato di organizzare uno o più attentati con esplosivo.

Lo ha reso noto la polizia. I nove erano stati arrestati lo scorso 20 dicembre in diverse città nell’ambito di una operazione anti-terrorismo. Gli accusati avrebbero cercato di recuperare materiale esplosivo o manuali per confezionare ordigni oltre ad avere iniziato i sopralluoghi sugli obiettivi.

I nove incriminati sono fra i 12 arrestati nell’operazione del 20 dicembre scorso. Tre erano stati rilasciati senza accuse. L’inchiesta era stata condotta dal servizio segreto per l’interno, l’MI5, e riguardava progetti per attentati ispirati da Al Qaeda. I potenziali obiettivi non erano stati resi noti, ma il complotto era solo all’inizio.

La polizia ha reso noto che tre degli incriminati, di 24, 26 e 28 anni, sono della capitale del Galles, Cardiff; due, di 20 e 28 anni, sono di Londra; quattro, di 19, 25, 26 e 26 anni sono di Stoke-on-Trent, nell’Inghilterra centrale.

All’epoca degli arresti, la Bbc aveva riferito che la maggior parte dei sospetti erano britannici, ma che fra di loro c’erano anche alcuni cittadini del Bangladesh.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico