Monte Santa Croce

“Contrasti”, Max Gazzè a Rocca d’Evandro

Max Gazzè ROCCA D’EVANDRO. Il Castello medievale di Rocca d’Evandro adibito a festa, per un’occasione mai vista prima d’oggi. Nell’ambito del progetto “[Ri)nascite – I Luoghi ritrovati”, organizzato dalla Provincia di Caserta, …

in collaborazione con la Regione Campania, il 28 dicembre, a partire dalle ore 16, alla presenza del presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi, è stato sancito il gemellaggio (denominato “Patto d’amicizia” scritto per l’occasione dallo scrittore-editorialista Paolo Rumiz) tra i due Comuni di Rocca d’Evandro e Sessa Aurunca.

Padrone di casa, il sindaco della cittadina dell’Alto Casertano, Angelo Marrocco, il quale ha chiamato a raccolta i suoi concittadini, per far sì che l’evento riuscisse alla perfezione. “Questo evento – ha dichiarato il sindaco di Rocca d’Evandro, Angelo Marrocco – testimonia un affetto e una sensibilità particolare da parte della Provincia di Caserta. Oggi, finalmente, ci sentiamo considerati”.

A prendere la parola, subito dopo una breve introduzione del direttore artistico, Casimiro Lieto, il quale ha illustrato il progetto, è stato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi. “E’ un grande piacere per me – ha dichiarato il presidente Zinzi – essere qua con voi e, soprattutto, sono contento di poter registrare giorno dopo giorno la crescita di questo Festival, che ha preso corpo grazie al grosso contributo del direttore artistico Casimiro Lieto. La nostra idea è quella di unire la Provincia di Caserta, che ha risposto anche ad uno stimolo del sindaco Angelo Marrocco”.

All’evento pomeridiano, che ha anticipao quello serale,tenutosi aSessa Aurunca, alle ore 20, al cinema Corso, dal tema “Essere-Avere > Terre e Promesse”, hanno partecipato anche due artisti, il cantante Max Gazzè e la pianista-compositrice Rita Marcotulli. “Volevo fare i complimenti a tutti – ha detto Gazzè che ha chiuso l’incontro cantando a cappella “Mentre dormi” – per quest’iniziativa che credo sia meravigliosa. Mi auguro che questo Castello possa essere valorizzato maggiormente, in quanto è un luogo incantevole”. Intanto, da domani il comune di Casagiove distribuirà, presso la sede dell’assessorato alla Cultura, gli ingressi per lo spettacolo del 30 dicembre. Come in ogni altra occasione, l’ingresso sarà gratuito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico