Caserta

Presentato il piano per le politiche giovanili

 CASERTA. L’assessore alle Politiche Giovanili Mimmo Pascarella ha presentato questa mattina, presso la sala Giunta del Comune, il Piano per le Politiche Giovanili (P.T.G), …

… approvato all’unanimità nel corso del Consiglio comunale del 16 novembre 2010 ed al quale partecipano i Comuni afferenti al Distretto scolastico n.12 (Caserta capofila, S.Marco Evangelista, Casagiove, Castelmorrone, Piana di Monte Verna). All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti dei Comuni coinvolti e dei forum giovanili locali, i referenti del Centro Informagiovani di Caserta, i responsabili del progetto e di alcune associazioni giovanili.

Secondo le Direttive dell’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Campania, Dgr n. 1805/2009 , i Piani Territoriali di Politiche Giovanili sono tesi a promuovere la costruzione, da parte dei Comuni associati in distretti scolastici, di piani organici che mettano a sistema tutti gli interventi di politiche giovanili. Da qui la proposta di sperimentazione, nell’anno 2010, di questo strumento organico di programmazione la cui e-governance sia affidata a tavoli allargati che consentano una effettiva concertazione fra i giovani, le associazioni, gli Informagiovani e le Istituzioni scolastiche.

Il Centro Informagiovani di Caserta in stretta collaborazione con l’associazione Eurolearning si è occupata degli aspetti tecnici, legati alla progettazione e stesura definitiva dei PTG, sintetizzando le diverse esigenze dei giovani appartenenti alle comunità locali. I Piani Territoriali Giovanili definiti dalla Rete Informagiovani Casertana, nascono attraverso un lungo percorso di concertazione tra i vari attori presenti nella rete. Mediante le riunioni di coordinamento del Comitato tecnico Distrettuale, è avvenuto il processo di concertazione tra i vari soggetti presenti nel territorio distrettuale i referenti del Centro e dei Punti Informagiovani, i Presidenti dei Forum Giovanili attivi, Associazioni, ecc.).

Le azioni definite dal piano sono le seguenti: L’Azione A – Informiamoci è tesa a favorire la nascita e il consolidamento di reti territoriali di servizi Informagiovani per la piena realizzazione del Sirg. L’Azione B – Partecipiamo promuove lo sviluppo del sistema di Forum Giovanili degli EE.LL. quali organismi fondamentali nella partecipazione dei giovani alle attività dei Comuni. L’Azione C – Progettiamo sostiene progetti innovativi di cittadinanza attiva, impegno, inclusione e creatività. L’Azione H – Governance del coordinamento sostiene l’installazione presso i servizi InformaGiovani, gli Organismi di partecipazione giovanile e il Sirg regionale di strumenti di digital signage (segnaletica digitale), attrezzature informatiche (hardware e connessioni Adsl), multimediali, tecnologiche e arredi per colmare il digital divide e offrire nuove possibilità di aggregazione e autogestione giovanile.

Il Piano Territoriale Giovanile si propone di raggiungere e coinvolgere 3 fasce di utenza giovanile:14/18 (studenti), 18/25 (universitari e giovani lavoratori), 25/35 anni. “Sono orgoglioso – ha spiegato l’assessore Pascarella – che l’amministrazione Petteruti abbia avviato questo importante progetto insieme con l’Informagiovani, i comuni coinvolti, le associazioni giovanili e i forum dei giovani. Occorre sottolineare l’importanza dei Piani giovanili soprattutto nei nostri territori e nel Mezzogiorno in generale, dove c’è bisogno che i giovani tornino ad essere il motore propulsivo della nostra società. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla nascita del Piano e coloro, che in futuro, collaboreranno per la migliore riuscita di questo prezioso strumento”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico