Caserta

Nuova ‘buca’ in centro, Riello: “La città normale non esiste”

Piero Riello vicino alla buca in via Unità d'ItaliaCASERTA. “Mentre ognuno dei candidati prova ad esprimere le proprie idee e le nuove prospettive da offrire alla collettività, mentre stavamo a dissertare presso il teatro comunale di Caserta nel dibattito moderato dalla dottoressa Nardi, la città sprofonda”.

Lo afferma Piero Riello, candidato alle primarie del centrosinistra a Caserta. Via unità d’Italia, un pezzo di marciapiede sprofonda e viene cinto da elisi fili di plastica. Per puro caso il candidato Riello si trovava a passare e ha provato, per l’ennesima volta e come tutti i cittadini, un senso di rabbia e di impotenza di fronte ad nuova “buca”.

“La città normale non esiste”, dice Riello che, come tutti i cittadini, vuole arrivare a questo risultato perseguendo anche la realizzazione di progetti di più ampio respiro, ma ritiene che “é tempo di cambiare davvero per tutta la comunità casertana” attraverso e soprattutto “la realizzazione delle cose normali” e “cercando di comprendere le ragioni per le quali si è addivenuti ad un tale situazione di indifferenza della pubblica amministrazione verso la res comune”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico