Caserta

Fuochi d’artificio, la Scientifica incontra gli studenti casertani

 CASERTA. Anche quest’anno, a ridosso delle festività natalizie, la Questura di Caserta, d’intesa con i dirigenti scolastici della Provincia, ha tenuto una serie d’incontri con gli studenti delle scuole medie ed elementari.

Gli agenti della Polizia Scientifica, oltre a sottolineare l’importanza dell’adozione di misure di sicurezza personali preventive, si sono soffermati sui fuochi d’artificio consentiti e sui prodotti esplodenti, che, invece, per la loro potenzialità offensiva, vanno assolutamente evitati.

Durante gli incontri, caratterizzati anche da dimostrazioni pratiche, è stato evidenziato, altresì, che i più colpiti dalle esplosioni sono i ragazzi fino ai 16 anni e che gli organi, statisticamente, più interessati sono le mani e gli occhi.

È stata, inoltre, richiamata l’attenzione sul fatto che molti incidenti avvengono durante la giornata del 1 gennaio, a causa dei botti inesplosi, che i ragazzi trovano per strada, proprio perché difettosi nella carica o nella miccia e, quindi, assolutamente da non raccogliere o tentare di accendere.

Particolare è stato l’interesse e l’entusiasmo dimostrato dagli studenti che hanno, a riguardo rivolto numerose domande agli operatori, accogliendo gli altrettanti suggerimenti forniti dagli appartenenti alla Polizia di Stato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico