Caserta

Con le reti di Sergi e Cappiello la Casertana liquida Forza e Coraggio

 CASERTA. Dinanzi a circa 2000 tifosi (50 da Benevento) la Casertana vince per 2-0 contro il Forza e Coraggio, portandosi al terzo posto della classifica e mantenendo il distacco nei confronti dell’Ebolitana (prima a sei punti di vantaggio).

Una Casertana che vincendo salva la panchina del tecnico Cioffi: molte le critiche nel corso di questa settimana all’indirizzo dell’allenatore rossoblù, dovute ai risultati altalenanti delle ultime giornate e alle brutte prestazioni della squadra. Importante vittoria, dunque, anche in vista della scadenza del calciomercato invernale, prevista per giovedì 16: gli eventuali acquisti saranno dunque scelti in base al modulo di gioco dell’allenatore irpino. La Casertana, che deve fare a meno di Guida e Sarli, festeggia la 50esima presenza in rossoblù del giovanissimo terzino, Stigliano. Nei distinti, per lui, uno striscione di auguri.

La partita ha un inizio scoppiettante: al 2’ c’è un’azione pericolosa del Forza e Coraggio che si conclude con un tiro di Chiesa, tra i più pericolosi dei suoi, deviato in angolo da Salerno. Risponde dopo un minuto la Casertana con un tiro di Corsale in area respinto dal portiere. Al 21’ tiro di Corsale: si inserisce Sergi sulla traiettoria, ma la palla è alta. Al 26’ la Casertana fa le prove generali per il gol: Siano (entrato al 12’ al posto dello sfortunatissimo Pontillo) salta come birilli gli avversari e si presenta dinanzi al portiere che riesce in qualche modo a respingere: Sergi gira la palla di prima intenzione ad Esposito che a porta vuota spara alto. Grandissima occasione sciupata dal giovane attaccante rossoblù. Al 29’ la Casertana passa in vantaggio: Corsale da fuori area lancia un bolide che viene smanacciato dal portiere: la palla rimbalza sulla traversa cadendo tra i piedi di Sergi che da pochi passi non fallisce. La partita a questo punto si fa interessante: la Casertana prova ancora a spingere, più col cuore che con la testa, mentre la Forza e Coraggio tenta sistematicamente il contropiede con Tortora, uno dei più forti dei suoi. Finisce così un primo tempo che vede una Casertana confusionaria da un punto di vista tattico, che si affida per lo più alla bravura dei singoli e ai lanci lunghi per la testa di Sergi, che tiene da solo alto il reparto offensivo.

Il secondo tempo vede le squadre affrontarsi a viso aperto: da una parte Chiesa, Romano e Tortora offrono spettacolo e creano occasioni per lo più sventagliate dall’ottimo Salerno o dal neo acquisto Patti, che si rivela un ottimo difensore; dall’altra la Casertana ci prova con il vivacissimo Siano, il giovane Esposito e il solito Sergi. Ma soprattutto grande prova di carattere per il capito Raffaele Corsale che si dimostra sempre più leader e sempre più cuore rossoblù. Ottima la prova del giovanissimo Stigliano che si sta confermando sempre di più su grandi livelli. Al 43’ Cioffi decide di far rifiatare Esposito sostituendolo con il giovane Cappiello, classe 92’, trequartista di Piedimonte Matese. Probabilmente il tecnico aveva intenzione di sfruttare in contropiede la velocità di Cappiello, dal momento che, negli ultimi minuti la Forza e Coraggio assediava la Casertana. La mossa si è rivelata vincente. Infatti, al 94’, sugli sviluppi di un calcio di punizione in attacco per la Forza e Coraggio è partito il contropiede rossoblù che ha visto il velocissimo Cappiello dinanzi al portiere avversario: piatto destro e palla nell’angolino basso alla sinistra del numero 1 Imbimbo.

La partita si conclude così sul 2-0 per la Casertana nella bolgia del Pinto. Casertana quindi che vince con una diretta rivale e si consolida al terzo posto. Cioffi salva la sua panchina. Aspettiamo ora gli acquisti entro giovedì, sperando che questa squadra riesca a trovare un gioco: oggi, come altre volte, ha vinto più col cuore affidandosi al carattere dei singoli che con il gioco corale. Unico alibi: il gran numero di infortuni e di squalifiche dei giocatori chiave.

Cioffi (all. Casertana): “Grande partita di Siano. Ringrazio soprattutto Corsale che si è mostrato vero leader. Miale si è adattato bene a destra. La squadra ha fatto tanto. Dobbiamo chiudere bene il girone di andata. Tuttavia questo campionato è falsato: l’Ebolitana (prima) passeggia a Messina che poi vince da noi per poi non far scendere oggi la squadra in campo con il Sapri (nostra rivale). Proprio nella gara col Sapri, poi, notai stranamente la presenza dei dirigenti dell’Ebolitana. Insomma, il Messina fa l’ultima partita con noi e poi sparisce. Troppe situazioni che mi fanno storcere il naso: già quando iniziò il campionato, con l’aggiunta di un’ulteriore squadra, mi accorsi che qualcosa non andava. Se fossi il presidente, ritirerei la squadra. A proposito delle polemiche, poi, ero pronto a farmi da parte, ma evidentemente per la società il problema non sono io. Ci circondano troppi interessi e troppe pressioni: io, tuttavia, lavoro in buona fede seguendo la mia testa e senza farmi condizionare. Comunque, nonostante tutto, noi faremo il nostro dovere e cercheremo di andare avanti, ma il destino di questo campionato, mi sembra già segnato”.

Pagelle:

Salerno : 6,5

Patti: 7

Stigliano: 7

Pontillo: sv ( al 12’ Siano: 6,5)

Miale:6

Parisi: 6,5

Capparella: 5,5

Cordua: 6

Sergi: 6,5

Corsale: 7,5

Esposito: 6 ( 43’ Cappiello: 6,5)

Cioffi (allenatore): 6

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico