Caserta

“Brinda e…rompi” al Caffé Serao

Giacomo Serao e Toni ServilloCASERTA. Una leggenda racconta che il primo fu proprio Giacomo Serao. Intento a brindare al nuovo anno con i suoi amati clienti, alzò il calice e lo scaraventò a terra, mandandolo in frantumi.

Un gesto quello, per augurare e augurarsi buona fortuna. Fu subito emulato dagli astanti e da allora, ogni anno, questo rito si ripete. E guai a non partecipare! C’è chi addirittura, costretto ad emigrare per lavoro, fa di tutto per presenziare e per ‘frantumare’ quanto di negativo c’è stato nel corso dell’anno.

Così a partire dalle ore 12.30 di venerdì 31 dicembre chiunque potrà brindare con Giacomo e abbandonarsi al rito propiziatorio del bicchiere. Non poteva mancare l’ormai famoso free buffet del Caffè Serao, impreziosito questa volta da una mastodontica treccia di mozzarella di bufala campana. E per il brindisi Berlucchi Franciacorta per tutti.

Ovviamente il vero spettacolo sarà al di là del bancone, dove Giacomo Serao e l’immancabile Isidoro Bokambanza saranno pronti a dare vita alle loro creazioni in grado di incantare anche i palati più esigenti. Come quello di Tony Servillo (nella foto con Giacomo Serao), uno dei primi ad accorre la vigilia di Natale per brindare con i suoi amici al Caffè Serao.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico