Aversa

Palmieri: “Che bisogno c’è del Gruppo delle Autonomie?”

Fiore PalmieriAVERSA. “Non riesco a capire chi è che in maggioranza vuole l’ingresso del Gruppo Unico delle Autonomie”.

Fiore Palmieri (nella foto), consigliere comunale dei Popolari Normanni, con delega all’urbanistica, dopo averlo già fatto nei giorni scorsi, ritorna sulla possibilità di ingresso nella maggioranza del gruppo rappresentato in consiglio comunale da Paolo Santulli, Imma Lama, Salvatore De Gaetano e Mario Abate e continua: “Non è possibile che nell’ultimo anno e mezzo, in una fase in cui si devono raccogliere i frutti di quanto abbiamo fatto, ci aggrappiamo a forze politiche estranee alla coalizione come se fossimo alla frutta”. Per il professionista aversano, infatti, “questa maggioranza può contare su diciotto consiglieri. Allora, mi chiedo che bisogno c’è di imbarcare altre forze politiche che sono state contro di noi in campagna elettorale?”.

Una posizione, quella di Palmieri, che sembra essere praticamente comune a tutte le altre forze politiche che compongono la coalizione. Il Nuovo Psi, con il segretario cittadino Rosario Ippone, si è detto anche lui contrario. Stessa cosa per Adolfo Giglio dell’Udeur che ha parlato di un “patto di sangue” tra i diciotto per garantire la tenuta sino a fine mandato. Contrari anche i consiglieri del Gruppo della Libertà e il loro riferimento in giunta, il vicesindaco Nicola De Chiara. Un ‘No’ netto, ovviamente, anche dall’Udc. Ma è nello stesso Popolo della Libertà che le contrarietà all’ingresso in maggioranza di Santulli e compagni fioccano con Domenico Campochiaro, Tonino De Michele e tanti altri.

E, a proposito di Popolo della Libertà, Palmieri evidenzia come “i problemi, se ogni tanto si sono avuti, sono dovuti solo ed esclusivamente al partito di maggioranza relativa che sebbene abbia ben sette assessori in giunta non riesce a garantire la coesione, l’unità dei suoi nove consiglieri comunali. Evidentemente il problema non si risolverà con l’ingresso di altre forze politiche nella coalizione”. Il rappresentante dei Popolari Normanni formula una domanda ambigua: “Cosa c’è sotto la richiesta delle delega all’urbanistica da parte del Gruppo Unico delle Autonomie? Non voglio assolutamente malignare, ma è d’obbligo chiedersi perché vogliono proprio quella delega”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico