Aversa

Fresco di Stampa: dossier su arresto del boss Antonio Iovine

Antonio IovineAVERSA. È in edicola, da sabato4 dicembre, il nuovo numero del magazine di Terra di Lavoro e Napoli Nord “Fresco di Stampa”.

In primo piano, un dossier sui crimini comuni delle province di Napoli e Caserta. Il magazine racconta quelle storie che nessuno ricorda, quei delitti nati nel brodo di coltura della brutalità, del maschilismo e dell’ignoranza. Le vicende di Cinzia Santulli, Romina Del Gaudio, Giuliano Iacoviello Panico, Antonio Santillo e Massimiliano Nestovito rappresentano la mancanza inquietante di mezzi di emancipazione, sono lo specchio del deficit culturale di una terra difficile. Si tratta di cose che accadono dovunque, ma in Campania su quel terreno alligna la seduzione della camorra, nei confronti di un tessuto sociale sempre più deprivato e povero di certezze.

È un legame che nessuno coglie, neppure quando viene tratto in arresto un super latitante come Antonio Iovine.I “mostri”, i boss della camorra cercati inutilmente per anni non vengono dal nulla. “Fresco di Stampa” cerca di spiegare questi legami. Spicca, nel servizio, l’intervista allo scrittore Giancarlo De Cataldo, autore di Romanzo criminale. Interessante anche l’approfondimento sulla questione rifiuti: ambientalisti e cittadini presidiano Taverna del Re a Giugliano, chiedendo di fermare gli sversamenti e di riconvertire i Cdr in impianti di compostaggio.

L’ex senatore Tommaso Sodano, autore del libro “La peste”, racconta, in un’intervista, le connivenze politiche e criminali che hanno generato quindici anni di emergenza. Per la politica, interviste all’aversano Gianmario Mariniello, neo-coordinatore nazionale di Generazione giovani e a Enzo Iodice, che da segretario della provincia di Caserta del Pd, passa all’Udc di Domenico Zinzi. Esclusiva è anche l 8217;intervista a Benedetta Tobagi, figlia di Walter, l’inviato del “Corriere della Sera” assassinato dalle Brigate Rosse. Anche nel numero di dicembre di “Fresco di Stampa” vengono riproposte le rubriche: Il bue e l’asino del giornalista Vito Faenza e Calici & Pastelle della sommelier Michela Guadagno.

Dopo la sezione del giornale dedicata alle diverse aree di Terra di Lavoro e Napoli Nord, dall’Agro aversano, al Maddalonese, da Caserta alle città all’Alto casertano e da Giugliano, a S. Antimo, Villaricca, Melito e Qualiano, spazio è dato al cinema, con l’intervista all’attore casertano Toni Servillo, alla cultura e alla musica.

In chiusura, la consueta rubrica della giovane scrittrice casertana, vincitrice del premio Calvino 2007 con i racconti “Dai un bacio a chi vuoi tu”, Giusi Marchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico