Aversa

Ciaramella: “Lascerò la città migliore di come l’ho trovata”

Domenico CiaramellaAVERSA. “Al momento di lasciare Aversa sarà migliore di come l’ho trovata. In questi ultimi mesi si concluderanno diverse cose che avevamo in corso”.

Il sindaco Domenico Ciaramella, rinvigorito dai numeri del consiglio comunale di venerdì, detta la propria agenda per il futuro immediato. Stop al degrado segnalato dal Partito Democratico nella sua mostra fotografica; apertura delle due “villette comunali” di via Ligabue e via Atellana; completamento della transazione con il Consorzio Unico di Bacino attraverso il versamento, avvenuto ieri mattina, di 900mila euro, in un fondo speciale che dovrà coprire i costi delle spettanze arretrate dei 106 lavoratori del cantiere di Aversa transitati dall’Ente pubblico alla Senesi.

La maggioranza di centrodestra al comune di Aversa, quindi, stringe i tempi per cercare di dare un volto rinnovato alla città normanna e lanciare una sfida ad un centro sinistra che sonnecchia beato. A scendere in campo direttamente il primo cittadino che ha dichiarato: “Abbiamo fissato per il giorno dell’Epifania l’inaugurazione dello standard del Parco Coppola. L’abbiamo rimesso a nuovo prevedendo uno spazio amplissimo per i giochi dei bambini e un campo di bocce per i meno giovani. Finalmente l’Enel ci ha ‘concesso’ anche l’energia elettrica e già ora chi vede di sera questo spazio attrezzato nota l’illuminazione. In settimana il completamento con panchine e il restante arredo urbano. Immediatamente dopo sarà la volta dello standard di via Atellana. Dopo anni di stop non addebitabili a noi, ho avocato il tutto a me”.

Per la cronaca, i due standard, pronti da poco meno di tre anni, a causa della mancanza dell’allacciamento elettrico e si un accordo sul come gestirli, non erano mai stati utilizzati, nonostante fossero costati cinquecentomila euro giunti ad Aversa grazie a fondi europei.

Il sindaco annunzia anche una serie di lavori “a pioggia” per cancellare il degrado da diverse zone della città. “Abbiamo preso il cd del Pd con il quale si segnalavano una serie di interventi da realizzare e lo abbiamo anche integrato ed ora ci accingiamo a risolvere il tutto. Sino ad oggi, infatti, eravamo costretti a stare fermi perché molte situazioni erano state provocate dagli addetti della GeoEco e del Consorzio Unico durante la raccolta dei rifiuti. Ora abbiamo chiuso un contenzioso e con i fondi ricavati porremo fine a questo stato di cose”.

E, a proposito di Consorzio Unico rifiuti per le province di Napoli e Caserta, l’amministrazione comunale ha versato nella mattinata di venerdì 900mila euro che, aggiunto a 400mila già versati precedentemente, consentiranno il pagamento di tutte le spettanze dovute dallo stesso Consorzio ai 106 lavoratori del cantiere di Aversa che, attualmente sono impiegati sotto le insegne della Senesi, ma molte ferme perché c’erano contenziosi in atto Geoeco per danni da loro commessi. “Abbiamo fatto transazione e contestualmente ottenuto fondi per sistemare queste situazioni. Vi posso garantire città migliore di come consegnata”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico