Aversa

Attività produttive, presto l’attivazione del Suap

Suap AversaAVERSA. Manca solo il taglio del nastro, poi sarà pronto ad entrare in funzione. Parliamo dello Sportello Unico per le Attività Produttive (Suap) realizzato nell’area dell’ex deposito della Ctp di piazza Crispi.

Costruita grazie ad un finanziamento di circa 2 milioni di euro del dipartimento della Funzione Pubblica nell’ambito delle attività del Formez, la struttura dopo avere ottenuta l’energizzazione da parte dell’Enel ha superato anche il collaudo tecnico ed è praticamente pronta all’uso. Lo Sportello Unico avrà il compito di semplificare l’iter burocratico alle imprese, sia per ottenere concessioni e licenze per avviare nuove attività, sia per modificare quelle già esistenti.

Grazie ad una convenzione sottoscritta sei anni fa tra Comune e una Associazione Temporanea d’Impresa (Ati) costituita appositamente dall’Ascom-Confcommercio, Clai (Confederazione Lavoratori Artigiani Italiani) e Pantalia (società di softwer) il Suap diventerà il solo interlocutore della pubblica amministrazione per coloro che dovranno percorrere l’iter burocratico necessario alla concessione di licenze. Garantirà certezza dei tempi e trasparenza delle procedure agli imprenditori che oggi, per realizzare un nuovo impianto produttivo, sono costretti ad effettuare fino a 45 adempimenti tra licenze, autorizzazioni e concessioni da richiedere ad enti diversi. Tant’è che, ad esempio, per ottenere una concessione edilizia un’impresa, oggi, deve aspettare dai 9 ai 27 mesi contro i 30-60 giorni sufficienti per svolgere tutte le operazioni burocratiche relative ad una nuova attività in ogni altro paese d’Europa.

Lo Sportello Unico cambierà questa realtà, semplificando i procedimenti perché un solo ufficio curerà tutte le pratiche. Non solo. Gli enti locali coinvolti attiveranno uno sportello telematico attraverso il quale le imprese potranno avere informazioni sui procedimenti, sul loro iter, sulle documentazioni richieste, sui tempi di rilascio, sui responsabili. Lo Sportello Unico avrà anche un ruolo di promozione e di coordinamento dello sviluppo dell’area dei comuni aderenti all’iniziativa. Che non riguarda solo Aversa, ma anche i comuni di Carinaro, Gricignano, Orta di Atella, Succivo, Cesa, Sant’Arpino, Casaluce e Teverola che hanno dato vita allo Sportello Unico comprensoriale consorziandosi, per questo obiettivo, nel lontano 2001.

Dopo il taglio del nastro, considerando le dimensioni dell’immobile, nella fase di avvio del Suap, la struttura potrebbe ospitare, ma solo in via temporanea, gli uffici regionali di orientamento professionale oggi collocati nella dismessa scuola media Manzoni, liberando l’edificio in predicato di essere trasformata in complesso abitativo per studenti universitari, e potrebbe anche diventare la sede di una delegazione della Camera di Commercio. Ma questo sarà possibile solo con l’intervento fattivo dell’Ati costituita sei anni fa, cui spetta il compito di vitalizzare la struttura arredando gli uffici e fornendo personale dedicato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico