Aversa

Ampliamento Ztl, protestano commercianti di via Diaz

 AVERSA. L’ampliamento della Ztl accende una nuova polemica tra i commercianti di via Diaz e quelli del centro storico.

Da anni da via Diaz denunciano l’abbandono dell’arteria considerata dagli aderenti alì’associazione dei commercianti con esercizio sulla strada (Aciad) priva di arredo urbano, illuminata in maniera non sufficiente, carente in fatto di pulizia e manutenzione e poco tutelata quanto a sicurezza. Lamentele che trovano nuova ragione di essere con l’ampliamento della Ztl che non avrebbero incluso via Diaz. Come si legge nel comunicato pubblicato dalla stampa locale il dispositivo, adottato per i giorni 18-21-22-23-24-31 dicembre e 5-6 gennaio 2011, interessa via Roma (da Porta Napoli all’incrocio con via Andreozzi), via Sanfelice, via Vittorio Emanuele (tratto via Giolitti, via Roma), via Del Seggio. Via Diaz resta esclusa, da qui la protesta dei commercianti che tornano a farsi sentire.

“Personalmente – dice Santo Carleo, presidente dell’Aciad – non ho avuto comunicazioni ufficali della disposizione riportata dai quotidiani che, tra l’altro non ho avuto occasione di leggere”. “Però – aggiunge- ne ho sentito parlare e posso dire che anche se via Diaz fosse stata tenuta fuori da questa scelta, come responsabile dell’associazione di commercianti della strada avrei dovuto esserne almeno informato in maniera ufficiale, così come vengo informato di tutto quanto interessa il commercio ad Aversa”. “Certo – aggiunge – se quanto scritto dalla stampa corrispondesse a verità, sarebbe l’ennesima dimostrazione dell’indiffenza degli amministratori per le problematiche del commercio di via Diaz”.

Problematiche che Carleo ha in più occasioni segnalato all’Amministrazione chiedendo fin dal 2003, con note regolarmente protocollate di volta in volta, l’attivazione nell’arteria dell’isola pedonale, della ztl, la messa in sede di arredo urbano, la pulizia delle caditoie, la presenza costante della polizia municipale o quanto meno l’attivazione di un sistema di video sorveglianza e la modifica della distribuzione delle strisce blu. “Purtroppo –dice – alle mie note non c’è mai stata risposta. Per gli amministratori i commercianti di via Diaz non esistono, o meglio esistono solo quando devono pagare tasse e tributi”. “E – conclude – la dimenticanza di via Diaz nel disporre l’ampliamento della ztl, se davvero c’è stato, ne è l’amara conferma”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico