Villa Literno

Estorsione a imprenditore, in arresto 36enne liternese

 VILLA LITERNO. Martedì 2 novembre, nel corso della mattinata, i carabinieri hanno tratto in arresto Giuseppe Spada, 36 anni, residente a Villa Literno, coniugato, ritenuto fiancheggiatore del clan dei casalesi e gravemente indiziato del delitto di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Il provvedimento è scaturito da attività investigativa della locale stazione carabinieri, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che ha consentito di appurare che Spada, lo scorso ottobre, ha effettuato una richiesta estorsiva ai danni di un imprenditore dell’agro aversano operante a Villa Literno. L’imprenditore era stato avvicinato da Spada, il quale gli aveva intimato di “mettersi a posto” mediante la dazione di somma di denaro per poter continuare a lavorare sul territorio. Il fermato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale sammaritana.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Aversa, sparatoria nel parcheggio: la Polizia chiude la discoteca "Klab!" - https://t.co/F3Mc6iiGVg

Ricercato rumeno arrestato a Casal di Principe per un furto compiuto nel suo Paese https://t.co/ySNjFsKGNu

Ricercato rumeno arrestato a Casal di Principe per un furto compiuto nel suo Paese - https://t.co/hUBBAm95QR

Filomena, la santa che (forse) non è mai esistita https://t.co/f7rNgtkyEB

Condividi con un amico