Trentola Ducenta

Melillo: “Quale demagogia? A noi interessano i problemi della gente”

Salvatore MelilloTRENTOLA DUCENTA. Il responsabile cittadino dei Verdi, Salvatore Melillo, risponde alle accuse di “fare demagogia” in vista delle prossime elezioni amministrative.

Qualcuno mi accusa di demagogia. Ma, chi lo dice che l’ipotesi di una galleria commerciale cittadina non possa in futuro realizzarsi con fondi pubblici e privati su iniziativa delle associazioni dei commercianti locali. La politica, quando non è di basso profilo, è fatta anche di progetti più ambiziosi da calare nella concreta realtà della politica locale, del territorio e dei suoi bisogni. Inoltre, non ci sembra un progetto faraonico realizzare a Trentola Ducenta l’isola ecologica, visto che la normativa già lo consente e che in alcuni comuni della Campania essa funziona bene recando benefici ai cittadini e al territorio liberato da rifiuti inquinanti e ingombranti. Perché, infine, un comune non potrebbe dotarsi di una politica di assistenza verso i ceti più disagiati?

Per i partiti di vera sinistra la proposta di studiare misure comunali di assistenza temporanea ai disoccupati ed inoccupati non è affatto demagogica. Nei momenti di grave crisi economica come quella attuale, è giusto che a ‘succhiare’ le risorse pubbliche siano i ceti più ricchi, già possidenti? E’ giusto lasciare al proprio destino gli operai gettati in mezzo ad una strada e i giovani senza lavoro? Noi pensiamo che il Comune deve fare la sua parte. Esso certamente non potrà risolvere il problema della disoccupazione, non può sostituirsi allo Stato nella complessiva politica di Welfare, ma può decidere di destinare parte delle risorse alla politica giovanile e all’assistenza, recuperando fondi dallo sperpero e dagli sprechi di denaro pubblico e combattendo l’evasione delle tasse comunali.

Apprezzo, invece, la presa di posizione di “Folgori” che subito dopo il nostro manifesto ha chiarito e precisato pubblicamente la sua piena autonomia da ogni cartello elettorale. (vedi dichiarazione del 29.10.2010 su Pupia-Trentola Ducenta). Tale associazione si è dichiarata pronta a confrontarsi sui problemi della città con tutti gli schieramenti e noi ne prendiamo atto con piacere.

Un’altra alleanza nata da alcuni giorni a Trentola Ducenta, che si presenta come una vera e propria ‘Mmesca francesca’ di personaggi politici locali di varia provenienza, si annidano i responsabili del commissariamento del comune di Trentola Ducenta, lasciato senza un governo cittadino dal gennaio di quest’anno di fronte all’aggravarsi di tutti i problemi del territorio. Si sono uniti per la loro rinascita o quella della città?

La Federazione dei Verdi, Sinistra Ecologia Libertà, Federazione della Sinistra e Speranza Provinciale si batteranno per svecchiare la politica locale con idee e uomini nuovi, il protagonismo dei giovani e la massima apertura verso idee, gruppi, movimenti, singola personalità indipendente che vogliono realmente dare una sterzata al vecchio trasformistico modo di fare politico.

Noi contiamo sulla chiarezza politica e sull’onesta verso gli elettori e non ci nascondiamo dietro nessuna sigla. Noi siamo per il rinnovamento, perché i protagonisti devono essere quei cittadini che vogliono veramente fare politica, mettendo davanti ai propri personali interessi il bene comune, in un auspicato avvicendamento generazionale della classe dirigente cittadina.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico