Sant’Arpino

Presentata la seconda edizione del Carnevale Atellano

 SANT’ARPINO. E’ stato presentato la scorsa domenica, nella sala convegni del Palazzo Ducale Sanchez de Luna in Piazza Umberto I, il programma della II edizione del Carnevale Atellano.

Una folla entusiasta ha assistito ai vari interventi presentati da Carmela Pezzella. E’ stato il presidente del Comitato Permanente del Carnevale Atellano, Virginio Guida, ad illustrare le tantissime iniziative che rientrano nel programma che quest’anno caratterizzerà il Carnevale Atellano. Primo fra tutte le iniziative in ordine cronologico il corso per cartapestai che, inaugurato lo scorso 18 ottobre, sta già riscuotendo grandi consensi. “Siamo davvero orgogliosi – ha dichiarato Guida – delle numerosissime iscrizioni che sono giunte per quella che rappresenta una delle novità più importanti dell’edizione di quest’anno. Giovani, adulti, bambini, donne, e uomini che stanno partecipando con entusiasmo e voglia di fare ai corsi che si tengono il lunedì e il giovedì pomeriggio presso l’ex casa comunale di Via Mormile. A questo proposito il mio plauso e il mio ringraziamento vanno all’impeccabile lavoro che sta svolgendo la coordinatrice del corso Teresa Coppola. Tutto ciò ci spinge a continuare sulla strada intrapresa e ad essere sempre più ambiziosi per far sì che il nostro Carnevale possa competere con quelli già esistenti”. Guida ha poi ricordato tutte le altre iniziative, dal concorso indetto nelle scuole per la scelta del manifesto ufficiale, alla rappresentazione teatrale “La canzone di Zeza”, fino al Carnevale dei ragazzi, al ballo in maschera e alle sfilate dei carri.

Presenti in rappresentanza dell’amministrazione comunale il sindaco Eugenio Di Santo, gli assessori Giuseppe Lettera, Salvatore Brasiello, Elpidio Iorio, il Presidente del consiglio comunale Antonio Guarino e il capogruppo Ernesto Capasso. Tutti hanno rinnovato il sostegno e il supporto al Comitato sottolineando che “era fondamentale riportare alla luce tradizioni e usanze che, per secoli, hanno caratterizzato la terra in cui viviamo e che probabilmente rischiavano di cadere nell’oblio, di essere completamente dimenticate nonostante rappresentassero una parte consistente del nostro passato. E’ per tutti questi motivi che, fin dall’inizio, la nostra amministrazione ha creduto fortemente nel progetto di realizzazione di un Comitato Permanente del Carnevale Atellano attraverso il quale, nell’ottica di rilancio delle tradizioni tipiche della nostra terra, si potesse riproporre il fascino caratteristico del Carnevale Atellano. Un Comitato Permanente che, per tutto l’anno, si occupasse dell’ideazione e della promozione del Carnevale, una rappresentazione di teatro popolare che rendesse protagonisti tutti sullo speciale palcoscenico costituito dalle vie e dalle piazze del nostro paese. Siamo ormai alla II edizione del Carnevale Atellano e il nostro plauso e il nostro ringraziamento vanno, ovviamente, al Presidente Virginio Guida e all’intero staff del Comitato per il lavoro svolto e la dedizione e la passione dimostrate fin dall’inizio di questa splendida avventura”.

Infine, sono stati assegnati i vessilli alle quattro contrade, San Canione, Centro Storico, Starza e Castellone ed è stato rimesso in palio il trofeo realizzato dall’artista Roberto Di Carlo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico