Sant’Arpino

Piano Casa, Capasso: “Via alle Zone C”

Ernesto CapassoSANT’ARPINO. Il presidente della Commissione Lavori Pubblici ed Urbanistica, Ernesto Capasso, interviene sull’ormai imminente via libera all’attuazione del Piano Casa.

“Lunedì prossimo – dichiara in una nota Capasso – la commissione da me presieduta si riunirà per discutere sull’attuazione degli interventi previsti dalla legge regionale n.19 del 2009. Con grande soddisfazione politica a distanza di 24 anni dal lontano 1986 quando fu approvato il Prg, che prevedeva l’istituzione della cosiddette zone C (e lo ricordo bene in quanto all’epoca ero vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici), finalmente grazie alla normativa regionale si sta avviando una discussione ed un confronto politico che porterà a conclusione l’iter burocratico per la realizzazione di cooperative in diverse zone del nostro centro a cominciare da Via Marconi, per passare poi a Via Volta e a Via Delle Libertà, così come previsto nella delibera di consiglio comunale del 22.02.2010. Nonostante gli impegni e le promesse delle precedenti amministrazioni mai si era raggiunto tale importantissimo risultato per la nostra comunità.

L’amministrazione in carica con grande determinazione e con una precisa scelta di indirizzo politico, servendosi del cosiddetto Piano Casa, sta portando a compimento questo risultato, frutto di un processo condiviso partito all’interno della commissione Lavori Pubblici e culminato con l’approvazione all’unanimità nella seduta del Consiglio Comunale del 22 febbraio scorso che ha recepito gli indirizzi del Piano Casa. Dopo tale voto, che ha rappresentato un fatto storico per Sant’Arpino, le cooperative di Via Marconi si sono messe insieme sottoponendo all’amministrazione comunale una proposta di fattibilità tecnica e progettuale di intervento.

L’amministrazione a questo punto ha ritenuto opportuno confrontarsi nelle sedi deputate sia politiche che tecniche, demandando al responsabile del servizio, l’architetto Frippa, di valutare tale ipotesi sotto ogni punto di vista, in quanto è il garante della gestione sul piano tecnico, giuridico ed amministrativo. Del resto come abbiamo fatto sin dal nostro insediamento a noi politici spetta solamente l’indicazione della strategia politica, mentre quella operativa e gestionale ovviamente è demandata al responsabile dell’ufficio competente. In sede di commissione lunedì mattina con grande senso di responsabilità di ciascuno dei membri avvieremo una discussione politica serena e responsabile.

Mi auguro che ognuno dia il proprio contributo, anche perché ci troviamo di fronte ad un’iniziativa che potrà avere un forte impatto sul nostro territorio e portare sviluppo economico e sociale. Ovviamente compito della politica sarà quello di vigilare attentamente affinché il tutto si svolga nell’ambito della legalità e della trasparenza ed il nostro territorio continui ad rappresentare quel modello esemplare nel contesto locale che è sempre stato.

Per il ruolo che mi compete da Presidente della Commissione Lavori Pubblici ed Urbanistica profonderò ogni sforzo affinché ognuno, per quanto gli compete, si assuma le proprie responsabilità. Questo modo di confrontarsi in maniera costruttiva e civile dovrà rappresentare la regola da seguire nei vari momenti che ci aspettano, anche perché dopo Via Marconi ci aspettano gli interventi in altre zone del paese.

Compito nostro sarà quello di salvaguardare gli interessi della comunità da noi amministrata. A tal proposito, in attuazione alla richiamata delibera del febbraio scorso l’intera amministrazione si attiverà e avvierà un confronto con le diverse forze sociali per illustrare le varie iniziative che si stanno per adottare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico