Sant’Arpino

Nasce l’Osservatorio Politico Culturale Santarpinese

MaccusSANT’ARPINO. “Quando i partiti e le istituzioni sono sempre più distanti dai bisogni reali della cittadinanza, quando chi è delegato a rappresentare le istanze dei cittadini e a tradurle in programmi abdica al proprio ruolo, …

… talvolta usurpandolo per seguire i propri interessi privati, occorre che i cittadini si riapproprino della delega data e ritornino a partecipare attivamente alla vita socio-politica e culturale della propria città”.

E’ questo il motivo per il quale un gruppo di persone ha costituito l’Osservatorio Politico Culturale Santarpinese, il cui simbolo è contraddistinto da “Maccus”, uno dei personaggi della commedia atellana. Donne e uomini che hanno a cuore la propria comunità e che vogliono da vita ad un luogo aperto di discussione ed incontro al di fuori e al di là dai partiti. Un luogo in cui i cittadini possano sentirsi liberi di confrontarsi in maniera realmente trasparente ed esprimersi su questioni cruciali che riguardano il proprio quotidiano quale l’urbanistica, l’edilizia, la legalità, le politiche sociali ed occupazionali, la Scuola, il commercio, il ciclo dei rifiuti.

Un luogo inclusivo, un laboratorio di idee, passioni, desideri e progetti, dove cittadini, associazioni, professionalità ed eccellenze della nostra comunità possano ragionare e cooperare a favore del bene comune. Nessun condizionamento, nessun pregiudizio, nessun interesse di parte da anteporre all’interesse di tutti. Un progetto ambizioso, o forse solo un desiderio necessario. “Perché – spiegano i promotori – è ormai necessario riprendersi con coraggio la dignità di cittadini ed elettori consapevoli e responsabili della cura del proprio paese e della salute della propria comunità civile. Oltre le polemiche, i personalismi, i clientelismi più o meno evidenti, la diffidenza reciproca e la sfiducia, noi crediamo ci sia ancora uno spazio ampio di crescita culturale, civile e politica. Da questa convinzione parte l’invito a tutti coloro che sono ancora sinceramente innamorati del nostro paese a partecipare alla nostra discussione e a contribuire con la propria esperienza, il proprio impegno ed i propri sogni all’elaborazione di un percorso virtuoso su cui possiamo iniziare a camminare insieme verso una città migliore”.

I promotori dell’Opcs hanno già costituito un proprio blog di discussione su Internet dove già numerosi cittadini si sono iscritti. I firmatari dell’iniziativa: Giovanni Ciuonzo, Elpidio Dell’Aversana, Roberto Iavarone, Giorgio Catena, Enrica Romano, Carmela Spuma, Marilena Imitato, Antonio D’Errico, Raffaele Abbate, Angela Cinquegrana, Valentina Tornincasa, Domenico Tinto, Angelo Di Domenico, Raffaele Capasso, Alfredo Dell’Aversana, Francesco Brancaccio, Pasquale Di Serio, Arena Lorenza, Perrotta Lina, Anna Dell’Aversana, Enzo Carboni, Carlo Lettera, Giuseppe Dell’Aversana, Giuseppe Bove, Antonella Saviano, Elpidio Pennacchio, Tato Perrotta, Marianna Liotti, Angela Falace, Aniello Marroccella, Luciano Catena, Di Serio Salvatore, Giuseppe Pezzella, Michele Savoia, Enzo Spuma, Luca Iorio, Lucia Cammisa, Sebastiano Esposito, Chiara Ciuonzo, Paolo Marrandino, Sonia Pezzella, Giuseppe Lampidelli, Raffaele Arena, Mauro Cinquegrana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico