Santa Maria C. V. - San Tammaro

Stir, Giudicianni: “Nessun pericolo per la città”

Giancarlo Giudicianni SANTA MARIA CV. “Intendo rassicurare la cittadinanza circa la situazione dell’impianto Stir della nostra città”.

Lo afferma il sindaco Giancarlo Giudicianni in merito alle notizie sugli sversamenti di rifiuti dei comuni napoletani nell’impianto di Santa Maria. La Provincia, responsabile della gestione della struttura, ha autorizzato lo sversamento di rifiuti solidi urbani provenienti da alcuni Comuni della provincia di Napoli. Si tratta, ripeto, di rifiuti urbani, non nocivi, raccolti in Comuni dove si effettua la differenziata, che vengono, come prevede la legge, tritovagliati, imballati e inviati nell’immediato al termovalorizzatore di Acerra. I quantitativi sversati non incidono sul funzionamento dell’impianto, tarato per valori ben maggiori a quelli così raggiunti e costantemente monitorato, non arrecano danni ambientali e non sostano nello Stir. Il Comune di Santa Maria Capua Vetere, responsabile sanitario dell’impianto, non era stato preventivamente informato delle disposizioni provinciali, ma non appena appresa la notizia ha predisposto tutte le verifiche del caso, accertando il più assoluto rispetto della normativa in vigore. Ritengo, pertanto, che si stia tentando, strumentalmente, di generare ingiustificate paure nella popolazione, provocando inutili allarmismi. Questa amministrazione ha a cuore unicamente il bene di questa città, diffondere angosce immotivate non produce, di certo, giovamenti a Santa Maria Capua Vetere”.

Il Comune, inoltre, ha inviato una nota alla Gisec, all’Arpac, all’Asl, alla Provincia di Caserta, al Prefetto e alla giunta regionale della Campania per protestare formalmente per l’assoluta mancanza di comunicazioni in merito alle nuove disposizioni e per chiedere l’istituzione di un tavolo permanente per un ulteriore monitoraggio sull’impianto Stir di Santa Maria Capua Vetere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico