Orta di Atella / Politica

Staff assessori, Sel critica le modifiche al regolamento comunale

(Visualizzato 1674 volte)

SelORTA DI ATELLA. Sinistra Ecologia e Libertà esprime grande preoccupazione per le modifiche al regolamento comunale approvate dalla maggioranza nel consiglio comunale di giovedì 25 novembre.

“Modifiche – attaccano dal partito di Vendola – portate in consiglio comunale ed approvate a colpi di maggioranza senza un minimo di dibattito politico. Modifiche che hanno un evidente carattere anti-democratico, che consegnano nelle mani del sindaco poteri infiniti e che mettono in condizioni l’intera maggioranza di produrre sperperi economici e clientele politiche senza dar conto a nessuno, nemmeno al consiglio comunale stesso”.

“Infatti – spiega Sel – vediamo tra le modifiche l’inserimento dell’articolo 23 bis che enuncia: ‘E’ facoltà di ogni assessore e del vicesindaco dotarsi di uno staff composto da personale interno ovvero collaboratori esterni nominati con provvedimenti sindacali’. Gli assessori del comune di Orta di Atella hanno bisogno di collaboratori esterni retribuiti con i soldi dei cittadini? Il loro carico di lavoro è così tanto da aver bisogno di collaboratori? Quanto costerebbero ai cittadini di Orta di Atella tali collaboratori? Come sono stati abrogati gli articoli 3-4 e 5 per la costituzione delle consulte consiliari in cui l’art 3 recita: ‘Esse sono costituite con criterio proporzionale che tenga conto dei gruppi consiliari presenti in consiglio e sono nominate con votazione palese’. Così modificato: ‘Esse sono costituite con decreto sindacale sentiti i capigruppo associazioni e comitati’. Inoltre è stato soppresso l’articolo 50 del regolamento – designazione di consiglieri e rappresentanti del comune presso – enti, aziende ed istituzioni che prevedeva: ‘Per le nomine di più rappresentanti presso il singolo ente, almeno un rappresentante è riservato alle minoranze’”.

Sel commenta: “Non è anti-democratico cancellare la partecipazione delle minoranze alla vita dell’Ente? O a dirlo in parole semplici alla maggioranza serve accaparrarsi ogni singola poltrona per la gestione del potere? Oppure si vuole cancellare questo articolo perché in passato sono state gia fatte nomine a uso e consumo della maggioranza – vedi le nomine nella società acquedotti dove non si è mai avuto una partecipazione e un controllo delle minoranze. La maggioranza di Orta di Atella vive in continua campagna elettorale e queste modifiche dimostrano quanta sia l’intenzione di disporre della gestione dell’ente per future campagne elettorali. Si continua, nonostante la crisi economica e gli enormi debiti delle casse comunali, a sperperare denaro pubblico ed a prediligere gli interessi della ‘casta’ rispetto a quelli del popolo mentre l’operato della maggioranza sino ad oggi ha evidenziato un totale fallimento per la risoluzione dei problemi. Ci auguriamo che rispetto a questo tutte le forze politiche di opposizione ed i cittadini facciano sentire la propria voce”.

I più letti

Ultimi Commenti