Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Dopo Spinosa, il Museo Civico accoglie le donazioni Fusco e De Gironimo

Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” MONDRAGONE. Le collezioni archeologiche del Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” si sono arricchite, recentemente, di importanti donazioni da parte di privati cittadini di Mondragone.

La prima di queste, di grande rilevanza scientifica per la quantità e la qualità dei reperti consegnati, è stata quella fatta da Giovanni Spinosa. A questa si sono aggiunte due ulteriori importanti donazioni sempre da parte di privati cittadini mondragonesi.Sono, così, entrati a far parte delle collezioni archeologiche un vaso dell’età del Bronzo donato dal signor Amato Fusco e una collezione di quattordici monete, in ottimo stato di conservazione, donate da parte del signor Renato De Gironimo. In entrambi i casi ci troviamo di fronte a reperti di grande valore scientifico, ottimamente conservati, per i quali sono state avviate ed attivate le procedure amministrative previste per legge con la Soprintendenza Archeologica di Salerno e Caserta.

“Non possiamo che ringraziare pubblicamente questi cittadini – commenta il consigliere comunale Fabio Gallo – per l’amore che dimostrano alla Città di Mondragone con questi nobili gesti. Sappiamo tutti quanto sia ricco il nostro territorio di reperti archeologici, ma sappiamo anche che oggi esiste una istituzione culturale, come è il Museo, che può accogliere questi reperti e renderli fruibili per l’intera Città e per i tanti turisti che visitano le collezioni archeologiche. Colgo l’occasione per ringraziare la Soprintendenza Archeologica per la disponibilità che ci dimostra ormai da anni ed in particolare in queste fasi nelle quali attiviamo le necessarie e doverose procedure burocratiche che ci consentono di esporre questi reperti. Non posso che evidenziare come il Museo Civico sia una realtà in continua evoluzione ed in continua crescita, alla quale, insieme all’assessore Pasquale Sorvillo, intendiamo dedicare sempre maggiori attenzioni e risorse”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico