Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Un premio europeo per i ragazzi del “Quercia”

 MARCIANISE. Dalla comunità scientifica internazionale un altro importante riconoscimento al prezioso lavoro che il liceo “Quercia” sta facendo in questi ultimi anni per il territorio di Marcianise.

Gli allievi delle classi IV^B e IV^G, coordinati dalle professoresse Floriana Giuliano e Maria Pia Tartaglione, con un percorso multimediale sui rapporti tra ricerca scientifica e progresso sociale dal titolo “Il recupero dei Regi Lagni”, confezionato in formato video su supportodvd in lingua inglese ed italiana, si sono classificati tra i primi dieci al concorso “Noi, la scienza, la società”. Lanciato in occasione dell’Euroscence Open Forum 2010 di Torino, meeting europeo biennale dedicato alla ricerca ed alla innovazione scientifica, e patrocinato dal Joint Research Centre della Commissione Europea, il concorso mirava alla valorizzazione, in chiave pluridisciplinare, di esperienze didattiche di avanguardia.

Gli allievi del “Quercia” hanno mostrato nel loro lavoro competenze legate non solo agli specifici ambiti disciplinari di riferimento concorsuale, chimica, geografia astronomica, biologia, ma anche alle materie umanistiche e storico-sociali ed informatiche. Merito di cotanto valore è da attribuire sicuramente anche alle due docenti coordinatrici e più in generale all’intero Collegio dei docenti, che, presieduto da un dirigente entusiasta ed innamorato della scuola, quale il prof. Diamante Marotta, sta facendo del sapere unitario, umanistico e scientifico, lo strumento di realizzazione di obiettivi di apprendimento di standard elevato e certificato. Alle due docenti coordinatrici, le professoresse Giuliano e Tartaglione, la giuria ha assegnato il premio come migliori guide didattiche: un viaggio studio presso la sede del Joint Research Centre di Bruxelles.

“Esprimo le più sentite congratulazioni ai nostri ragazzi ed alle professoresse Giuliano e Tartaglione; – ha affermato il Dirigente Marotta- il loro lavoro per la scuola e per il dipartimento rende possibile programmare percorsi formativi di eccellenza, che valorizzano gli studenti, educandoli all’amore per la ricerca scientifica. Una ricerca che ha bisogno di giovani preparati e motivati, proprio come gli studenti che hanno così ben figurato in questo concorso europeo”.

Anche se tutti gli studenti hanno contribuito alla realizzazione del prodotto presentato alla giuria, una particolare nota di merito spetta ad Alessia Gionti e Francesca Zinzi, che hanno curato i testi, a Marco Orazio Miranda e Susanna Caterino, che hanno lavorato sulle fotografie, ad Antimo Elia Iuliano, che ha composto le musiche, ed ad Angelo Boccagna e Rosario Salzillo che hanno lavorato in regia e nel montaggio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico