Maddaloni - Valle di Maddaloni

Aumento Tarsu, il comitato presenta ricorso

 MADDALONI. Gli avvisi di pagamento, che da alcune settimane vengono recapitati presso il domicilio dei residenti di Maddaloni, per il pagamento della Tarsu, secondo il comitato “Maddaloni Città Pulita” sono “illegittimi”.

Ai legali del sodaliziorisultano violati ildecreto legislativonumero 507/93, l’articolo 3 della legge 241/90, l’articolo 1 della legge 311/2004, nonché gli articoli 5,6,7 della legge 212/2000 (Statuto del Contribuente).

“Le norme – scrive il comitato in una nota – prevedono, a carico dell’Ente impositore, la comunicazione dei presupposti, delle condizioni, delle tariffe e del costo del sevizio, ecc., tutto quanto è necessario per giustificare la pretesa tributaria. Nel caso di specie, non solo l’avviso di pagamento recapitato è del tutto privo dei requisiti minimi previsti dalla legge, ma addirittura contiene un aumento del tributo di circa il 65%, senza nessuna plausibile illustrazione delle ragioni, in spregio ai dettati di trasparenza, correttezza, fiducia e lealtà, principi fondamentali dello Statuto del Contribuente. Quasi tutti i comuni sono già passati dalla T.a.r.s.u. alla T.i.a., (Tariffa igiene ambientale) che permette al contribuente di risparmiare sull’importo atteso che non si tiene conto dei metri quadri dell’immobile. A Maddaloni non si è avuto questo passaggio. Perché? Il Comitato Maddaloni Città pulita si è rivolto alla Giuriservice, per intraprendere le azioni a difesa del cittadino-contribuente”.

Chi volesse presentare ricorso in autotutela direttamente al Comune, si può rivolgere alla segreteria del Comitato ubicata alla Navale Assicurazioni, in via Roma 74, nei giorni 10 e 14 dicembre, dalle ore 18.30 alle ore 20.30, per la raccolta delle adesioni, muniti di una copia dell’avviso di pagamento ricevuto e di una fotocopia di documento di riconoscimento. Saranno successivamente individuate altre sedi della città e stabiliti nuovi giorni. La comunicazione sarà fatta con appositi volantini che saranno distribuiti di volta in volta ai cittadini.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico