Italia

Il fratello di Sarah da Lele Mora per fare tv. Ma lui smentisce

Claudio ScazziMILANO. Che avesse una certa propensione a volerapparire in tv lo avevano capito tutti. Ma che Claudio Scazzi, fratello della povera Sarah, vittima del giallo di Avetrana, si offrisse personalmente a Lele Mora nessuno lo avrebbe mai immaginato.

A darne notizia è il settimanale “Oggi”. Claudio – rivela il giornale – ha incontrato Lele Mora: “Credo di avere delle potenzialità – spiega il fratello di Sarah – e per questo mi sono rivolto a Mora. Se non lo sa lui cosa farmi fare…”. Il riscontro non è però stato dei migliori e la collaborazione sembra finita sul nascere. “Dice che non vado bene, che non sono fatto per la tv”, spiega il giovane.Claudio rivela di aver già detto no “a un’agenzia di Torino, che mi proponeva di diventare il nuovo Azouz Marzouk“.

Tuttavia la bocciatura di Mora non lo avrebbe convinto. Accompagnato dal padre e da un legale, Claudio ha visitato altre agenzie milanesi. Da parte sua, Mora si è reso disponibile a ospitare il fratello di Sarah nei suoi eventi per la presentazione di una raccolta di fondi e di un progetto per la costruzione di un canile da realizzare in memoria della ragazzina.

LA SMENTITA. Ma a stretto giro Claudio ha smentito la notizia. “Ogni altra rappresentazione dei fatti e degli avvenimenti, compresa la presunta visita ad agenzie di Milano, per propormi come personaggio dello spettacolo e/o televisivo, è assolutamente falsa e non veritiera”, afferma in una nota. “Contro questa forma di bassa informazione – aggiunge – che include anche presunte interviste che il sottoscritto avrebbe rilasciato negli ultimi giorni, altamente lesiva della mia dignità ed onore, agirò nelle opportune sedi giudiziarie”.

VENERDI’ INCIDENTE PROBATORIO. Intanto i legali di Sabrina Misseri hanno fatto sapere che la loro assistità sarà presente venerdì prossimo all’incidente probatorio nel carcere di Taranto assieme al padre Michele. Lo ha riferito uno dei suoi legali, Francesca Conte. All’incidente probatorio saranno presenti per la difesa la stessa Conte e l’avvocato Emilia Velletri. I due legali hanno avuto un incontro di circa un’ora in carcere con Sabrina. “Sta male – ha riferito Conte – è molto provata”.

INTERROGATO NIPOTE DI MISSERI. È terminato dopo oltre tre ore l’interrogatorio di Cosimo Cosma, meglio conosciuto come Mimino, nipote di Michele Misseri, che il 26 agosto scorso, data della scomparsa di Sarah, ha incrociato molte telefonate con lo zio. Gli inquirenti vogliono capire se l’uomo era sul luogo dell’occultamento del cadavere, così come sospettano, oppure se, come ha sempre sostenuto lo stesso, era a casa sua e si è solo sentito con Michele Misseri, come in una normale conversazione tra zio e nipote. È un’attività investigativa che prosegue e che si aggiorna di ora in ora perché gli inquirenti vogliono riuscire a chiudere il cerchio nel più breve tempo possibile e ricostruire con esattezza gli ultimi minuti e soprattutto il momento della morte della quindicenne di Avetrana.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico