Matese

Raviscanina, settima edizione del Premio Olmo: i vincitori

Premio Olmo RAVISCANINA. Non c’è crisi del settimo anno. La settima edizione del premio letterario Olmo parte a razzo, più forte delle precedenti.

Un traguardo impensabile quando nel 2004 si decide, si organizza e si parte per quello che poi sarebbe diventato uno straordinario evento letterario che nell’alto casertano non ha precedenti. Si cambia subito formula: si elimina lo stere-otipo statico e gessato per una formula più snella, più dinamica, più spettacolare, più apprezzata dal pubblico.

Così nascono i vari settori del premio, dalla letteratura al giornalismo, dallo sport alla musica, dal sociale, dall’imprenditoria di successo, dal teatro ai vari settori dell’informazione. Sulle tavole dell’ormai mitico palcoscenico dell’auditorium di Raviscanina passano filosofi e scienziati come Aldo Masullo e Antonio Malorni, storici di grande spessore come Rosario di Lello e uomini di cultura invidiati dai grandi eventi letterari nazionali come il “diversamente terrone”, così come ama definirsi, lo scrittore Pino Aprile e la più giovane Maria Pia Selvaggio.

Quest’anno le sezioni aumentano. Si aggiunge il personaggio dell’anno. Un premio nel premio, voluto e ideato dalla testata giornalistica online Italianews.info che lo ha consegnato al giornalista anticamorra Carlo Pascarella.

Ma a toccare l’apice del giornalismo è un giornalista scientifico del calibro di Luciano Lombardi, portavoce di tre presidenti della repubblica e fondatore della prima trasmissione di medicina per la rai e ci fermiamo qui. Ieri ha spopolato letteralmente anche il teatro con la compagnia Ketty Di Caprio di Alife grazie ad una straordinaria esibizione, stralciata dalla Gatta cenerentola di De Simone.

Stesso successo per il Gruppo “Musical di Ailano” che ha dato prova della sua bravura con il Gobbo di Notre-Dame portato in giro con straordinario successo nella scorsa estate e che pare sia servito anche a strappare un contratto che potrebbe arrivare nei prossimi mesi in vista degli eventi estivi. Ma potremmo andare avanti ancora. “Non possiamo però concludere prima di aver sottolineato – dice il presidente della Fondazione Lelio De Sisto – la perfetta organizzazione, cominciando da luci ed audio di Di Lello sound, e la scelta indovinata dei personaggi che hanno sfilato sull’ambita passerella del premio Olmo. La conferma, se di conferma vogliamo ancora parlare, è arrivata ancora una volta dal pubblico che l’altra sera era davvero tanto”.

Ecco tutti i nomi dei premiati 2010: Sociale: Rangers d’Italia di Raviscanina; Sport: Capriatese Calcio; Forze dell’Ordine: Guardia di finanza di Caserta; Scuola: Lina Iannitti; Città della Cultura: Città di Caiazzo; Imprenditoria di successo: Banca Capasso Antonio di Alife; Sanità Eficiente:Unità Operativa di Cardiologia-Utic di Piedimonte Matese;Musica:Musical Ailano; Leggendo Leggendo: Maria Pia Selvaggio; Teatro Compagnia Teatrale “Ketty Di Caprio” di Alife; Cinema: Scapagnini; Giornalismo: Luciano Lombardi; Letteratura Pino Aprile; Il personaggio dell’anno di Italianews.info: Carlo Pascarella.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico