Matese

Raccolta rifiuti elettronici, Pdl: “Servizio utilizzato anche da non residenti”

 PIEDIMONTE MATESE. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale ha organizzato una giornata dedicata alla raccolta delle apparecchiature elettriche ed elettroniche di rifiuto.

“Abbiamo appreso che tale manifestazione ha riscosso molto successo tanto da arrivare a riempire ben quattro cassoni scarrabili. Tutto ciò è più che apprezzabile e certamente costituisce un buon servizio per la Città e la cittadinanza tutta”, affermano dal coordinamento cittadino del Pdl, per il quale, tuttavia, resta un problema: sui manifesti informativi dell’iniziativa si leggeva l’espresso avvertimento della necessità di esibizione dell’iscrizione al ruolo Tarsu. Ciò significa, quindi, che l’iniziativa era riservata ai cittadini di Piedimonte, o, comunque, a chi pagasse la Tarsu in città, visto che, evidentemente,i costi di tale operazione ricadevano sulle loro spalle. In altre occasioni in cui era stato organizzato lo stesso servizio, all’atto del conferimento dei rifiuti gli addetti rilevavano le generalità del cittadino e la tipologia di rifiuto conferito, evidentemente anche ai fini della tracciabilità dei rifiuti.

“Questa volta – sottolineano dal Pdl – non sembra sia stata seguita la stessa prassi. Infatti, alcuni cittadini hanno segnalato che non era stato loro richiesta la prova della loro iscrizione al ruolo Tarsu e che, anzi, avevano notato la presenza di loro conoscenti residenti in altri comuni che usufruivano del servizio. Ci chiediamo, quindi, se e come il Comune abbia provveduto a verificare la legittimazione dei soggetti che conferivano i rifiuti e se esiste un elenco del materiale conferito. In altre parole, se, come appare naturale, il servizio svolto ha avuto un costo, e se, quindi, era riservato ai cittadini di Piedimonte che tale costo hanno sopportato, l’amministrazione ha effettivamente vigilato affinché sui cittadini piedimontesi non ricadesse l’aggravio di costo derivante dal conferimento da parte di soggetti che non pagano la Tarsu presso il nostro Comune?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico