Caserta

Iraq e legge elettorale, i radicali casertani raccolgono firme

da sin. Zampella e BoveCASERTA. Anche domenica 21 novembre si è tenuto un tavolo di raccolta firme su quattro petizioni nazionali organizzato dai Radicali Caserta.

Al tavolo dei Radicali si poteva firmare per il sostegno dello sciopero della fame di Marco Pannella per avere una giustizia più giusta in Italia e per fare chiarezza sulla guerra in Iraq, per cambiare la legge elettorale e per un sistema uninominale, contro le mutilazione genitali femminile e per i contributi silenti. Al tavolo erano presenti: Luca Bove, segretario dell’associazione Radicali Caserta Legalità & Trasparenza, Elio De Rosa, tesoriere dei Radicali Caserta, Domenico Letizia e Gianroberto Zampella, segretario e tesoriere della LucaCoscioni di Caserta.

I militanti radicali alla fine della raccolta firme si sono dichiarati soddisfatti di come si è svolta la giornata, e hanno sottolineato la presenza di tavoli Radicali nelle piazze di Caserta in ogni periodo dell’anno e come altri partiti che fanno vedere i loro simboli per le strade solo in periodi di campagna elettorale.

Luca Bovecommenta:”La nostra presenza nel territorio casertano è costante, stiamo lavorando ad un programma elettorale e alla formazione della lista radicale alle prossime amministrative di di Caserta e invitiamo tutti i cittadini casertani a collegarsi al nostro sito www.radicalicaserta.com, per contattarci e darci un contributo per rendere possibile la presenza di una lista radicale qui nella città di Caserta”.

Nella foto, da sin. Gianroberto Zampella e Luca Bove, in basso un video con le loro dichiarzioni

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico