Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, celebrata la Giornata dell’Unità Nazionale

 CASAPESENNA. Casapesenna domenica mattina ha celebrato la Giornata dell’Unità Nazionale, la Festa delle Forze Armate e la Commemorazione dei caduti di tutte le guerre.

Insieme all’Amministrazione comunale erano presenti le autorità militari, civili e religiose, i vigili urbani le rappresentanze delle associazioni culturali, la Protezione Civile e i figli degli ex combattenti. Molti i ragazzi presenti alla manifestazione, hanno accompagnato il corteo dalla casa comunale con bandiere dell’Unicef e della “banda del Cigno” di Legambiente prima alla Parrocchia e poi al luogo simbolo, per la deposizione della corona.

Dopo la santa messa nella chiesa parrocchiale Santa Croce, celebrata dal viceparroco don Vittorio Cumerlato il corteo ha raggiunto il Monumento ai caduti, dove è stata deposta una corona d’alloro sulle note del Silenzio, eseguito dalla storica banda musicale di Casapesenna. Infine, il saluto del sindaco Fortunato Zagaria: “Questa manifestazione non è semplicemente l’anniversario dei grandi eventi della nostra storia, ma deve essere soprattutto il giorno della memoria comune degli italiani”.

“Siamo una nazione che si riconosce nel Tricolore, non solo come insegna di Stato ma come vessillo di libertà. Diciamo, quindi, grazie a coloro che hanno fatto l’Italia una e indivisibile, che hanno difeso in tempo di pace le nostre istituzioni democratiche, che si spendono ancora oggi nelle missioni di pace in tutto il mondo”. Ed è per questa occasione che Pasquale Cirillo, presidente di Legambiente Casapesenna, invita tutti a “prendersi cura dell’artistico monumento, e a segnalare ogni abuso”. Infatti già da un po’ che si notano dei danneggiamenti alle ceramiche, che hanno già bisogno di restauro.

La ceramica che parla ed evoca: il Monumento ai Caduti di Casapesenna fu realizzato dall’artista Giacomo Alessi nel 1997, ovvero quando la ceramica parla e evoca uscendo dai canoni tradizionali dell’immaginario collettivo: esso completava gli interventi di riqualificazione di Piazza Petrillo voluti dall’amministrazione comunale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico