Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Protesta dei cittadini di via Ponteselice

 CASAGIOVE. Nella zona di Via Ponteselice sono numerosi i cittadini che lamentano il traffico caotico e che chiedono un intervento del Comune di Casagiove in accordo con la confinante Caserta.

A farsi portavoce dei disagi è la sezione cittadina del Partito Democratico: “In città, da troppo tempo, i cittadini sono stati dimenticati. La degenerazione verticistica della politica, che non è problema della sola Casagiove, ha reso senza voce tutti coloro che si fanno portatori, con coraggio, di generali problemi e tentano di porli all’attenzione di chi governa.

Nell’ambito delle attività che i militanti del Pd stanno ponendo in essere per ridare voce ai cittadini, per destinarsi a rappresentarli in difesa di giuste richieste, è emersa la necessità di riproporre all’attenzione della città e di chi l’amministra l’antico e complesso problema della viabilità a servizio di Via Ponteselice e delle numerose traverse sviluppatesi sul suo lato ovest.

Parlare di una strada e di traverse collegate non rende il senso se non si sottolinea che trattasi di un rione particolarmente popoloso. Accedere a questo rione è un’impresa. Un unico ingresso che è anche l’unica uscita, peraltro in un incrocio dell’Appia tra i più trafficati e appesantito dalla scelta sciagurata di trasformare l’ex Pastificio Sibillo in abitazioni. Nelle ore di punta la paralisi è sempre in agguato e i disagi sono una costante.

La protesta dei cittadini è sacrosanta, la progressiva crescita della popolazione non è stata collegata al miglioramento della mobilità e ignorati permangono gli standard minimi di verde e servizi, dunque, il problema si aggrava tutti i giorni.

I cittadini chiedono, e noi condividiamo la loro richiesta, sia realizzata, al più presto, come più volte promesso, una strada che colleghi tutte le traverse del rione con sbocco su via Recalone. Tale soluzione consentirebbe di rompere l’isolamento degli abitanti della zona, ridurrebbe la congestione dalla quale derivano costanti tensioni e potrebbe permettere, con un uso ragionato dei sensi unici, una circolazione senza imbuti e decisamente più scorrevole. Non secondario problema che troverebbe soluzione: la possibilità di parcheggiare su un lato.

La soluzione prospettata, alla quale l’amministrazione comunale dovrebbe concedere priorità, potrà trovare assetto definitivo con un efficace accordo anche col confinante Comune di Caserta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico