Aversa

Perché non si spazza in Vico Sant’Agostino?

Vico Sant'AgostinoAVERSA. E’ di nuovo protesta al rione San Nicola. La piazza ma sopratutto le strade intorno alla chiesa monumentale e alla vicina biblioteca comunale sarebbero trascurate dagli operatori ecologici.

Perché se il prelievo dei rifiuti avviene quasi regolarmente, nei ditorni della piazza, sembra insoddisfacente il servizio di spazzamento malgrado gli spazzini si vedano in zona. La segnalazione arriva dai fedeli che raggiungono la chiesa attraversando vico Sant’Agostino.

“Certamente – dice Daniele Langella facendosi portavoce del problema – la responsabilità delle condizioni in cui è tenuta la zona è innanzitutto di quella parte di cittadini poco civili che uscendo di casa al mattino, per raggiungere il posto di lavoro, lasciano i sacchetti in strada”. “Ma – osserva – se gli operatori ecologici passassero regolarmente non resterebbero a terra per settimane e se venisse effettuato un minimo di controllo la cosa non si verificherebbe più o almeno non così regolarmente”. Naturalmente abbiamo verificato quanto affermato dal portavoce dei residenti recandoci in zona, in particolare in vico Sant’Agostino, più volte negli ultimi dieci giorni constatando che i sacchetti lasciati a terra da ignoti sono rimasti sul posto da lunedì 25 ottobre fino al momento in cui scriviamo, venerdì 5 novembre. Ma non solo perché, come mostra la foto anche la strada si presenta coperta da un tappeto di rifiuti questo malgrdao gli spazzini in zona ci siano, ne abbiamo visti anche noi.

Perché accade questo? Lo abbiamo chiesto all’assessore all’igiene urbana Luciano Luciano. “Quello segnalato dai residenti sia di San Nicola che di altre zone della città è un problema solo temporaneo che sarà presto risolto. Perché – spiega – al momento la nuova ditta sta impegnando tutte le forze disponibili bonificando letteralmente zone della città che non venivano spazzate da anni”. “Cosicché –continua Luciano – gli operatori non riescono a coprire tutte le strade secondo i termini contrattuali. Questo, però, ripeto è solo un fatto temporaneo”. “Di conseguenza – conclude l’assessore – posso affermare che nel giro di poche settimane la situazione si normalizzerà e gli addetti provvederanno a coprire il territorio secondo quanto da noi richiesto, così da soddisfare completamente le esigenze dei cittadini”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico