Aversa

Fli, Sagliocco: “I panni sporchi laviamoli in pubblico”

Giuseppe SaglioccoAVERSA. “A spasso per la città”. Questa l’iniziativa che sta per essere messa in campo dai circoli cittadini di Generazione Italia per cambiare il volto di Aversa.

Ad annunciarla è Giuseppe Sagliocco, coordinatore provinciale del partito di Fini. “Sicuramente – dice l’ex consigliere regionale – il nostro è un progetto ambizioso che cozza contro logiche di parte e di partito che impongono di lavare i panni sporchi in famiglia”. “Ma – sottolinea – è la strada che deve essere percorsa se si intende davvero cambiare una città il cui futuro viene deciso nelle stanze di qualcuno, per poi chiederne la ratifica ad un consiglio comunale che nelle ultime due occasioni ha dimostrato di non essere passivamente consenziente, bocciando scelte decise ma, evidentemente, non condivise”.

“Un dato –aggiunge Sagliocco – dimostrato dai tanti progetti messi in cantiere e lasciati inspiegabilmente cadere da questa amministrazione e dalle tante realizzazioni che ancora aspettano di essere rese fruibili, come ad esempio la struttura polifunzionale di via Atellana”. E proprio il perdurare della chiusura di questo complesso sarà oggetto di analisi nel corso di una conferenza stampa indetta per le ore 10.30 di sabato 27 novembre presso il bar Cimarosa in piazza Mazzini.

“Nella nostra ottica di non lavare i panni sporchi in famiglia ma in pubblico, perché la città sappia, Carmine Palmiero, uno dei tanti giovani di talento di Futuro e Libertà, presenterà una documentazione tecnica che chiarirà il vero motivo del perdurare della chiusura di un complesso destinato al recupero della vivibilità di una periferia urbana, realizzato con una spesa di oltre 260 mila euro, che resta chiuso pur essendo complete di tutto”. “Poi – conclude Sagliocco – toccherà all’ex Texas, all’ospedale Moscati, ai trasporti, ai parcheggi e via via a tutte quelle problematiche d’interesse cittadino che l’attuale amministrazione gestisce nelle stanze del palazzo e non in consiglio comunale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico