Aversa

Cimitero, pericoli per i cittadini: riparati marciapiedi e scale

 AVERSA. “Per onorare i defunti si rischia l’osso del collo”. E’ quanto aveva denunciato da queste colonne Biagio Ciaramella, presidente della sezione aversana dell’Associazione Italiana Familiari delle Vittime della Strada, …

… segnalando il rischio che correvano i familiari dei defunti collocati al terzo, quarto e quinto piano dei nuovi loculi realizzati dall’amministrazione municipale. “Per mettere dei fiori nei vasi si deve necessariamente fare uso delle scale messe a disposizione dalla direzione cimiteriale”, denunciava il presidente del sodalizio. “Scale che non garantiscono in alcun modo la sicurezza di chi ne fa uso” affermava mostrando una scala priva di tre delle quattro ruote necessarie al trasporto da un lato all’altro del complesso di loculi. Una carenza che non solo ne rendeva difficoltoso il trasporto ma che ne rendeva precaria la stabilità. “Perché – spiegava – per raggiungere le nicchie bisogna collocarle il più vicino possibile, salendo sul marciapiede antistante il complesso che non è pianeggiante, cosa che rende ballerine le scale”. “Né va meglio – aggiungeva – con le scale più grandi. che permettono di raggiungere i loculi del quinto livello, sia perché essendo molto pesanti sono difficili da spostare per una persona sola, sia perché essendo più larghe del marciapiede non possono essere posizionate bene”.

La direzione cimiteriale è intervenuta facendo riparare tutte le scale prive di ruote e facendo posare uno strato d’asfalto lungo il bordo dei marciapiedi. “Servirà – spiegano – a posizionare correttamente le scale che non vanno collocate parallelamente ma perpendicolarmente ai loculi, dopo avere liberato i marciapiedi dall’ingombro creato da vasi da fiori e quanto altro viene collocato dai cittadini”. “Circa il sospetto che le scale non siano a norma, è bene chiarire che sono tutte collaudate e a norma di legge” aggiungono, mostrando le certificazioni di collaudo. “Quanto al perché non siano state posizionate scale disposte in maniera da scorrere sui loculi, come quelle delle biblioteche, come fatto in altri cimiteri della zone, va detto – continuano – che non ci possibilità di aderire a questo tipo di richiesta per un problema di progettazione a monte”. “Evidentemente – osservano – mancava per i loculi di ultima realizzazione, ma è già stata prevista per quelli che verranno realizzati”. “Considerando, comunque, che il nostro lavoro è svolto sempre nell’interesse del cittadino chi avesse difficoltà nel posizionare una scala – concludono – potrà raggiungere l’ufficio del custode e chiedere tutto l’aiuto di cui avesse necessita. Nessuno si tirerà indietro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico